Cronaca e Giudiziaria

Ex sindaco di Como in carcere: arrestato per bancarotta anche manager marsicano

Come riportato da La Provincia, si vanno chiarendo in questi giorni le accuse mosse dalla procura di Milano per abusivismo finanziario e bancarotta nei confronti dell’ex sindaco di Como Stefano Bruni, in carcere a San Vittore da giovedì mattina. Coinvolto nel blitz della guardia di finanzia anche Luigi Virgilio, di San Vincenzo Valle Roveto, presidente del Cda di Aipa spa e numero uno di Mazal Global Solution spa, che nell’inchiesta coordinata dal pm di Milano Donata Costa è stato arrestato con l’accusa di bancarotta.

I pm accusano Bruni di aver collaborato con un faccendiere olandese per piazzare in Italia titoli obbligazionari di Jp Morgan senza alcun valore: quei bond sono in realtà prodotti finanziari privi di copertura, e che per questo possono essere ceduti solo gratuitamente. Bruni avrebbe fatto in modo che il corrispettivo di 10 milioni di euro in obbligazioni fantasma acquistato dalla società “Mazal”, che cercava di ricapitalizzarsi per ottenere la licenza necessaria a riscuotere tributi per conto della pubblica amministrazione. Mazal, che deteneva contratti di licenza per la riscossione stipulati con circa 800 comuni italiani, finì comunque per fallire, portandosi via un centinaio di milioni tra Tasi, Imu e altre tasse riscosse per conto degli enti pubblici.

 

 

 

 

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top