Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Editoriale

Mal comune, mezza… fregatura


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Dovevamo continuare la nostra disamina sull’universo della sanità, ma l’attualità, in questo editoriale, ci chiama da un’altra parte.

Altre sollecitazioni, altre valutazioni, altre brutte notizie che ci arrivano dal mondo del lavoro marsicano, abruzzese e nazionale. E’ stata la settimana della cartiera e della sua chiusura, ma non solo.

In queste ore l’Istat ha fotografato la salute dell’occupazione made in Abruzzo, sentenziando che nell’ultimo anno nella nostra regione si sono persi la bellezza di 21 mila posti di lavoro, con una diminuzione percentuale di occupati pari al 2,2%. Se allarghiamo il discorso all’ultimo triennio, i nuovi disoccupati salgono a quota 55 mila circa.

Un dato che scatena diverse riflessioni e alcune considerazioni. L’Abruzzo negli ultimi decenni aveva sviluppato una buona produttività e una discreta imprenditoria (vedi Acqua e Sapone e Divani e Divani) su basi però assai poco solide.

Lo dicevano in molti ma nessuno sembrava capire. E così nel periodo in cui l’Italia combatteva la sua battaglia per sovrastare l’economia d’Oltremanica, in una stucchevole riedizione della “Perfida Albione”, noi, che siamo più all’amatriciana, ci dilettavamo affermando che non era giusto metterci a capo delle graduatorie del Mezzogiorno perché l’Abruzzo era ormai un vanto del centro Italia.

Una querelle mai risolta del tutto e che invece ora ha trovato soluzione; infatti i dati dell’Abruzzo sono addirittura peggiori di quelli di molte regioni del sud.

Tuffo nel passato che accomuna un po’ tutta la regione, senza particolari distinguo. Ovvio che il traino rimane nel pescarese ma il punto debole, a sorpresa (negativa o positiva?), non è la Marsica. O meglio.

Non ce la passiamo bene ma i numeri parlano chiaro; un decimo dei nuovi disoccupati della regione sono marsicani, un decimo della popolazione abruzzese è marsicana. Quindi, siamo in media; non so se il dato ci dovrebbe far ridere o piangere, tanto in questo caso il detto mal comune mezzo gaudio non è confermato dai fatti.

Che altrove stiano meglio o peggio di noi, poco cambia per la quotidianità marsicana che, giorni fa, è stata sconvolta dalla notizia della chiusura della cartiera Burgo.

Un pò prima della ferale novella, in verità io ero già a conoscenza di quanto stesse per accadere lì dentro, tanto da stendere un assai problematico pezzo sull’argomento. Che giustamente portava in calce un laconico “e quindi” di un lettore, che evidentemente si lamentava per l’ambiguità dell’articolo.

Odio le persone false e perciò ve la dico tutta. Cosa c’era dietro quell’approssimativo esercizio di stile? Forse un attacco di pietà cristiana?

Fra sette giorni ve lo dico.

VALE

Luca DJ Di Giampietro

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top