Cronaca e Giudiziaria

Magliano: Riaperto al culto il tempio votivo dedicato ai caduti

A seguito dei lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza resisi necessari dopo il terremoto dell’Aquila dell’aprile 2009, eseguiti dalla Direzione Regionale per i Beni Paesaggistici e Culturali per l’Abruzzo e finanziati dall’allora Commissario Delegato per la Ricostruzione Gianni Chiodi, è stato riaperto al pubblico ed al culto il monumento dedicato ai Caduti, costituito da un grazioso Tempio Votivo posto nel centro storico del Paese.
L’occasione è stata quella delle celebrazioni per il 4 novembre.
Domenica pomeriggio, 2 Novembre, si è svolta la cerimonia alla presenza di autorità politiche, militari e religiose e di associazioni cittadine quali il Gruppo Alpini, la Banda cittadina, la Confraternita di Misericordia, il Gruppo Protezione Civile, e numerosi cittadini.
Il corteo, gestito con dignità e compostezza dal Capo Gruppo Alpini Giorgio Petricca , ha raggiunto la Cappella Votiva, muovendosi dal palazzo Municipale accompagnato dalle note del Complesso bandistico Città di Magliano.
La cerimonia è stata particolarmente sentita sia perché svoltasi alla vigilia del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale sia per l’affezione che lega il popolo Maglianese a questo Monumento ai Caduti, riaperto al pubblico ed al culto.
Il Tempio Votivo fu innalzato per volere del popolo maglianese nel 1932 sulle rovine della Chiesa già di San Rocco e dedicata al Nome di Maria, a spese cittadine, quale voto di amore e di riconoscenza ai suoi figli caduti da eroi sui campi di battaglia per l’onore della Patria. Ospita una bella ed interessante tela raffigurante “LA PIETA” realizzata, all’epoca, dal pittore Oreste Amiconi .
Sono venute dal cuore le parole pronunciate dal Sindaco Gianfranco Iacoboni che hanno voluto ricordare ed onorare i nostri combattenti che lasciarono le loro vite nei campi di battaglia e di quanti sono deceduti per missioni di pace in territori di guerra.
Il giorno 4 Novembre è stata, invece, celebrata la Santa Messa dal parroco Don Patrizio Ciccone nella quale sono stati pronunciati dal Capo Gruppo Alpini uno per uno i nomi delle vittime di guerra e per ognuno di loro il Popolo e gli Alpini hanno risposto con il sempre commovente “PRESENTE!”

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top