Giudiziaria

Mafia e appalti romani, nel mazzo anche una marsicana

Avevano messo le mani su Roma siglando un patto di ferro tra politica, imprenditori e criminalità che ha le sue radici nell’eversione nera. L’operazione “Mafia Capitale” condotta dalla procura di Roma ha portato alla luce “un sistema corruttivo” che mirava all’assegnazione di appalti e finanziamenti pubblici del Comune di Roma e delle aziende municipalizzate. Chi si metteva in mezzo, veniva minacciato e picchiato. Ieri 37 persone sono state arrestate, un centinaio gli indagati, tra cui l’ex sindaco Gianni Alemanno e una marsicana, Pierina Chiaravalle, 30 anni, attualmente residente a Roma, dopo avere abitato in una casa di via San Francesco ad Avezzano. In città la Chiaravalle aveva lavorato in una società cooperativa. È accusata di corruzione aggravata.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top