Italia

Mafia: boss esclusi da esame Napolitano

L’imbarazzo è evitato. Totò Riina e Leoluca Bagarella, boss stragisti da anni al carcere duro, non assisteranno alla deposizione del capo dello Stato, al Quirinale, nel processo sulla trattativa Stato-mafia. Stessa sorte avrà l’ex ministro Nicola Mancino, anche lui, come i due padrini, imputato al dibattimento. Con un’ordinanza di appena cinque pagine, la corte d’assise di Palermo ha respinto ieri le istanze dei due capimafia e dell’ex politico democristiano che avevano espresso la volontà di ascoltare, gli uni tramite il collegamento in videoconferenza, l’altro di persona, le parole di Giorgio Napolitano. E ha bocciato pure il parere favorevole dei pm che, temendo che una esclusione degli imputati potesse essere l’anticamera della nullità del processo, avevano espresso parere favorevole alle loro istanze.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top