Politica

M5S Avezzano: “Sulla Power Crop vince la politica della partecipazione”

Avezzano – Sono soddisfatti gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Avezzano e della Marsica per l’esito dell’incontro di ieri in prefettura sulla centrale Power Crop. Dopo circa otto anni, la politica regionale si è opposta al progetto basandosi su un atto formale del Consiglio Regionale. È stato lo stesso vicepresidente della giunta regionale Giovanni Lolli a citare la decisione approvata all’unanimità dal Consiglio che impegna il governo della Regione Abruzzo, tra le altre cose, a ritirare la firma dall’accordo che sta alla base della realizzazione della centrale.
La proposta di delibera approvata con consenso unanime in Consiglio e citata da Lolli, è quella elaborata dagli attivisti del M5S grazie al costante dialogo con i cittadini e gli agricoltori del territorio fucense. Si tratta di un documento sulla vicenda Power Crop approfondito, dettagliato e impegnativo per la politica regionale. Tanto impegnativo da dover richiedere la convocazione, da parte del M5S, di un Consiglio Regionale straordinario per discuterlo e votarlo dopo che, lo ricordiamo, il Presidente Di Pangrazio aveva deciso di non metterlo ai voti in una precedente seduta.
Il nuovo modo di fare politica del M5S, basato sulla partecipazione attiva dei cittadini, continua a dare buoni frutti, costringendo la politica ad assumersi le sue responsabilità dopo anni di atti insufficienti ed inefficaci per fermare il progetto Power Crop e destinare i fondi europei per la riconversione degli zuccherifici alla valorizzazione della filiera agricola locale.
Il M5S attende ora il ritiro della firma, con atto formale da parte del presidente D’Alfonso, dall’accordo che permette la realizzazione di una mega centrale che nessuno vuole, tranne il Governo Renzi.
Poiché gli interessi in gioco sono troppo importanti, il Movimento 5 Stelle continuerà a vigilare e agire affinché la centrale non si faccia. Né nella piana del Fucino, né altrove.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top