Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Giudiziaria

Licenziamento contestato… diverse Testate finiscono a gambe all’aria


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Era stato accusato dai media di aver licenziato tre operaie poiché si rifiutavano di votare il nipote candidato sindaco.

Era successo a Castellafiume all’aspirante sindaco, l’attuale primo cittadino Domenico Mariani. Ora alcune testate giornalistiche sono state condannate dal giudice del tribunale di Avezzano, Francesco Lupia, a risarcire l’allora giovane aspirante sindaco Mariani (sconfitto a quelle elezioni ma diventato sindaco successivamente) per avergli causato la sconfitta alle elezioni. Le testate sono state condannate per diffamazione al pagamento di 300 mila euro di risarcimento perché la notizia è stata ritenuta falsa ed è stato provato il danno all’immagine.

L’azienda e l’allora aspirante sindaco sono stati condannati invece al pagamento delle spese processuali perché avevano accusato falsamente le tre lavoratrici Valeria Mione, Katia e Sonia Di Nicola di aver diffuso la notizia.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top