Altri articoli

LFoundry, una marginalità che preoccupa

In allegato la classifica delle aziende del settore “foundries” elaborata dalla società di ricerche di mercato IC-Insight.

Qualche commento alla classifica del mercato in cui opera Lfoundry s.r.l. di Avezzano, è doveroso farlo.

La società di rilevazione di mercato IC-Insight, nella sua relazione, evidenzia i seguenti punti:

1)            il mercato delle “foundries” è diventato di tipo oligopolistico, proprio come lo descrisse nel 1961 Paolo Sylos Labini nel suo trattato “Oligopolio e Progresso Tecnico”. La IC-Insight, mette in risalto che si sono create delle barriere in “entrata”, per gli ingenti investimenti finanziari verso le nuove tecnologie e che, solo poche Società, sopravviveranno;

2)            che le prime 13 società che operano nel mercato “foundries”, detengono una quota di mercato del 91% nell’anno solare 2013 e che, questa quota consolidata, è costantemente in crescita da molti anni e che lo sarà anche negli anni a venire.

3)            che nelle prime 13 società non compare LFoundry, dimostrando di fatto la marginalità e l’estrema debolezza di questa compagnia. Infatti i sette mesi di fatturato (da maggio 2013) di Avezzano, cumulati con i dodici mesi del fatturato della fabbrica di Rousset (oggi chiusa per bancarotta), sono inferiori ai 354 milioni di dollari della foundry WIN, classificata 13ma.

Cosa fare davanti a questa situazione ?

a)            trovare ogni appiglio legale (non certo da parte di chi ha permesso e realizzato questo strike industriale nel 2013) per riportare la Micron Inc. in Italia per scaricarLe addosso le proprie responsabilità, almeno quelle di tipo economico (la sempre attuale CLASS ACTION);

b)           fare fronte comune (TUTTI) verso il Ministero del Lavoro per far si che, i C.D.S., possano e debbano realisticamente essere estesi fino al 31.08.2017;

c)            riportare seriamente gli “attori” dell’accordo del 5 maggio 2013 ( TUTTI), al Ministero dello Sviluppo Economico per rivedere l’intesa raggiunta;

d)           modificare URGENTEMENTE la legge Fornero.

La mancata combinazione di “ a+ b+c”, porterebbe, a breve, alla fine del sogno delle “memorie di Avezzano”, iniziato 25 anni fa.

La mancata riforma del punto “d”, partorirà, inevitabilmente, un ESERCITO di 40enni e 50enni, senza FUTURO.

Antonello TANGREDI

IC_Insight_Ranking_Foundries

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top