Altri articoli

LFoundry, mobilità dopo i contratti di solidarietà

Gruppi con rappresentanti aziendali e Rsu per organizzare il lavoro e la formazione del personale alla LFoundry.

A questa soluzione sono giunti i delegati della Lfoundry (Fabrizio Famà, Alessandro Albertini, Fabrizio Felli) e le parti sociali al termine di un incontro al quale hanno preso parte Giovanni Di Sero e Antonello Tangredi (Fim-Cisl) e le Rsu Aldo Bisegna, Luca Centi Pizzutilli, Massimo Gregori.

Nell’incontro si è parlato poi degli esuberi aziendali, che alla luce della mobilità volontaria di 65 dipendenti sono scesi a 320, e dell’organizzazione del lavoro con eventualmente turni da 8 ore o part-time.  È stato ribadito che al termine dei contratti di solidarietà, se non saranno trovate altre soluzioni, si dovrà procedere alla mobilità.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top