Altri articoli

LFoundry, c’è la ripresa

Durante un vertice a Londra sui sensori di immagine, il vicepresidente della Sales & Marketing (dipartimento vendite e marketing di LFoundry), Michael Hoesl, annuncia che la società, nata dalla fusione dell’azienda tedesca con il management italiano, crescerà grazie alla squadra di ingegneri e al sito di Avezzano.

La produzione di wafer (una fetta di materiale semiconduttore), infatti, ha superato quota 40mila in un mese, con grande soddisfazione per gli addetti ai lavori.

Una boccata d’ossigeno per i 1.600 dipendenti del sito marsicano che attualmente stanno usufruendo dei contratti di solidarietà per fare in modo che il carico di lavoro possa essere ridistribuito fra tutti in modo equo.

Infatti se l’azienda aumenterà le commesse, e punterà a nuovi clienti oltre allo storico Aptina, potrebbero anche essere rivisti i numeri degli esuberi.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top