Cultura

“Lessico paesano”, il balsoranese Gianni Gismondi racconta il mondo rurale attraverso il dialetto

Balsorano-Nei giorni scorsi è uscito in una nuova edizione riveduta e corretta “Lessico paesano e sottoinsiemi parentali e di casali” di (Giovanni) Gianni Gismondi, autore nato a Ridotti di Balsorano ed attualmente residente a Budapest in Ungheria dove ha insegnato per 10 anni presso il Dipartimento di Italianistica dell’Università Statale di Pécs.
Sebbene il titolo possa far supporre che si tratti di una grammatica dialettale, l’opera è tuttavia un romanzo costruito attraverso una serie di racconti intrecciati tra loro. La storia o le storie sono i fatti della vita quotidiana di ieri e di oggi, dove la narrazione trae spunto dalle parole inusuali di uno dei tanti dialetti dell’area marsicana. L’autore racconta infatti gli avvenimenti del passato e i fatti di oggi attraverso il lessico più strano caduto in disuso traendo spunto da una terminologia di recente acquisizione. L’intento di Gismondi non è stato solo quello di raccogliere un lessico che inversamente sarebbe andato perso, ma anche quello di far conoscere un mondo che in parte è scomparso e in parte vive ancora attraverso un residuo dell’antica arte della pastorizia. L’ambientazione è in uno dei tanti paesi della Valle Roveto dove l’idioma è caratterizzato dalla vocale indistina “ǝ”, conosciuta come schewa, simbolo IPA – International Phonetic Alphabet. Insieme al libro cartaceo, l’autore ha presentato anche la versione ebook disponibile sulla piattaforma editoriale ilmiolibro.it.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top