Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Italia

Leggi speciali per i “foreign fighters”


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

«Noi stiamo facendo di tutto per la sicurezza, ma nessuno può escludere che possano esserci anche in Italia atti drammatici. Siamo certamente tra i Paesi considerati a rischio, anche se non abbiamo segnali che fanno pensare ad un attentato immediato». Parole chiare che non lasciano spazio a dubbi quelle del ministro dell’Interno, Angelino Alfano. Ieri pomeriggio ha convocato il Comitato di analisi strategica antiterrorismo di cui fanno parte anche i servizi segreti perché il timore che cellule jihadiste possano colpire anche in Italia resta alto. L’attentato di Parigi ha mostrato quanto sia difficile individuare il bersaglio dei terroristi e prevenire gli attacchi. E poi c’è il rischio emulazione. Già poche ore dopo la strage che ha scosso l’Europa, il Viminale aveva alzato il livello di allarme non solo a Roma, ma in molte città-simbolo come Firenze e Venezia e rafforzato la sicurezza su ambasciate, monumenti, redazioni, basi americane e soprattutto luoghi di culto come San Pietro e la Sinagoga di Roma. Il Dipartimento di Pubblica sicurezza ha inviato una circolare a tutti i prefetti e questori invitandoli a individuare gli obiettivi sensibili e a pianificare le misure di sicurezza nel modo più capillare possibile.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top