Italia

“Le unioni di fatto meritano rispetto e misericordia”

Sullo scacchiere del Sinodo dei Vescovi cominciano a muoversi le divisioni corazzate. Su quello che resta il nodo più controverso, la comunione ai divorziati risposati, i vescovi tedeschi scoprono le carte e si schierano a sostegno della proposta del cardinale Walter Kasper, che, a determinate condizioni e dopo un percorso penitenziale, prevede la riammissione all’eucaristia di chi è unito civilmente in seconde nozze. La potente Conferenza episcopale di Germania, guidata dal cardinale di Monaco Reinhard Marx – uno dei “C9” che coadiuvano papa Francesco nella riforma della Curia romana e nel governo della Chiesa -, sposa quindi la linea «aperturista» del teologo tedesco cui Bergoglio aveva affidato la relazione al Concistoro sulla famiglia dello scorso febbraio. Quella stessa linea che nelle settimane di avvicinamento al Sinodo aveva fatto alzare il fuoco di sbarramento dei cardinali conservatori fra loro coalizzati, i vari Gerhard Mueller, Carlo Caffarra, Raymond Burke, Velasio De Paolis, Walter Brandmueller. Con i quali, anche se con accenti diversi ma sempre in nome del dogma dell’indissolubilità matrimoniale, si sono associati altri pezzi da novanta come Marc Ouellet, George Pell e Angelo Scola.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top