Italia

Lavoro, si torna a crescere. In un mese 100mila posti

Gli occupati tornano a crescere, a sorpresa e in quantità. In un solo mese, stima dell’Istat, sono stati creati quasi 100mila posti. «Bene. Ma siamo solo all’inizio», commenta il premier, Matteo Renzi. E infatti per il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, «i primi mesi del 2015 potranno segnare una svolta». Ma è l’economia nel suo insieme a dare cenni di risveglio, con l’indice anticipatore, messo a punto dall’Istituto di statistica, che «prefigura una ripresa» del Pil già tra gennaio e marzo di quest’anno. Tornando a dicembre, il balzo degli occupati è un dato «positivo» riconoscono all’Istat, certificando anche un forte calo della disoccupazione, con il tasso sceso al 12,9%, «un primo segnale» dopo un escalation che aveva portato l’Italia a livelli mai registrati prima. Giusto a novembre era stato toccato il massimo storico (13,3%). E ancora più decisa è stata la riduzione tra i giovani “under 25”: sono bastati trenta giorni per recuperare i danni di un anno, visto che il tasso dei senza lavoro si è riportato alla soglia di fine 2013 (al 42%). E anche se la disoccupazione scende in tutta l’Eurozona (dove il tasso si ferma all’11,4%) è l’Italia a spiccare. Nessun altro Paese ha infatti visto ridursi la disoccupazione così tanto, evidenzia Eurostat. I sindacati restano cauti.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top