Abruzzo

Lavoro, meno incidenti grazie a prevenzione e formazione

Quattro giorni fa un operaio di Penne è stato folgorato da una scarica elettrica mentre lavorava su un traliccio dell’Enel. Pochi giorni prima, ad Atessa, un operaio è rimasto schiacciato dal trattore. L’operaio precipitato da una gru, ad Avezzano, all’interno dell’azienda per cui lavora, si è spezzato una vertebra. E poi tanti altri casi di lavoratori incappati in piccoli grandi incidenti sul posto di lavoro, a volte purtroppo fatali, che costellano le realtà lavorative di tutta la regione. Eppure, i dati sugli infortuni sul lavoro in Abruzzo registrati da Inail e Cpt (il Comitato paritetico territoriale provinciale per la prevenzione e la sicurezza in edilizia) e illustrati ieri nella sede dell’Ance, tracciano «un trend in decrescita lenta ma costante negli ultimi 10 anni». Per quanto riguarda il settore delle costruzioni, nel 2013 in regione ci sono stati 1.284 infortuni, di cui due mortali, contro i 1.610 (di cui 8 mortali) del 2012. Nel 2011 sono stati 2.038 (di cui 4 mortali) gli incidenti sul lavoro.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top