Italia

Lavoro, Cresa, in 2014 previsto saldo occupazionale negativo

Per il 2014 le imprese abruzzesi prevedono un saldo occupazionale negativo (-5.100 lavoratori), ma in fase di recupero rispetto ai 7.600 posti in meno del 2013, risultato che deriva dalle 18.200 assunzioni programmate e dalle 23.300 uscite. È quanto riportato nel Cresa Informa n.4-2014 che analizza le rilevazioni del Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro, elaborate dal Centro Regionale di Studi e Ricerche Economico Sociali istituito dalle Camere di Commercio d’Abruzzo. «Nonostante le pesanti difficoltà affrontate dalle aziende in questa fase delicata, i dati rilevano che hanno ripreso a investire nel ‘capitale umanò mostrando una coraggiosa fiducia nel futuro» afferma il presidente del Cresa, Lorenzo Santilli. Particolarmente penalizzato il lavoro dipendente. Al contrario, i contratti atipici sono in aumento (+320).

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top