Altri articoli

Lavoro: Cicas, grandi assenti i parlamentari abruzzesi

Dal CICAS (Comitato d’Intervento per le crisi aziendali e di settore), riunitosi, ieri pomeriggio, a Pescara, in seduta straordinaria, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato, sottoscritto da tutti i componenti del tavolo.

“Il CICAS si e’ riunito oggi, invitando a partecipare i 21 parlamentari eletti in Abruzzo, per affrontare la drammatica situazione degli ammortizzatori sociali in deroga, posta l’assenza di risorse riferite agli anni 2013 e 2014, che provoca enormi difficolta’ ai lavoratori abruzzesi ed alle loro famiglie, cosi’ come d’altra parte sta accadendo in tutte le altri regioni d’Italia. Il Comitato, con rammarico e disappunto ha dovuto prendere atto che, su 21 parlamentari eletti in Abruzzo, e’ presente esclusivamente la senatrice Blundo e che solo cinque di essi hanno comunicato l’impossibilita’ a partecipare, mentre nessuna notizia si e’ avuta degli altri quindici, che non sono intervenuti alla riunione creando una situazione di comprensibile imbarazzo, vanificando l’auspicio del Comitato di creare un percorso comune al fine di affrontare e risolvere i problemi di tanti cittadini e lavoratori.

Durante i lavori le parti sindacali hanno ribadito la necessita’ di un incontro richiesto dai tre segretari generali della CGIL, CISL e UIL, alla quale si associa anche la UGL, con il Presidente Chiodi e l’Assessore Gatti, rispetto al quale il governo regionale si rende disponibile, pur ribadendo la necessita’ di coinvolgere livelli istituzionali piu’ alti. A nome del Movimento 5 Stelle ed anche in rappresentanza degli altri colleghi eletti in Abruzzo,la Senatrice Blundo, cosi come gia’ piu’ volte ribadito in merito alla problematica che trattasi, si impegna a portare avanti le richieste del tavolo sollecitando una pronta attenzione nelle sedi competenti e presentando apposito atto parlamentare a sostegno del rifinanziamento degli ammortizzatori in deroga.

Il CICAS, conclusivamente, ribadendo grande preoccupazione per il presente e per il futuro dei lavoratori e delle imprese, si aggiorna in attesa di valutare nuove iniziative da porre in essere anche alla luce delle evidenze nazionali e delle decisioni che il Governo intendera’ intraprendere nelle prossime settimane.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top