Attualità

Lavoratori “SISTEMA”a rischio, chiusa la procedura di licenziamento. SRC Abruzzo: “Vertenza determinante e risolutivo il senso di responsabilità”

Abruzzo. Nella tarda mattina di ieri 6 luglio 2018, nel Dipartimento Politiche del Lavoro della Regione Abruzzo, in via Passolanciano a Pescara, si è conclusa con esito positivo la procedura di licenziamento collettivo ex art. 4, co.7 Legge 223/91 riguardante i 46 dipendenti della Società Sistema S.r.l. Lo comunicano le Segreterie Regionali Confederali – Abruzzo, CGIL ABRUZZO, UGL ABRUZZO, ORSA TRASPORTI ABRUZZO, nella nota che riportiamo integralmente, in cui non mancano riferimenti critici circa “la colpevole assenza di talune sigle sindacali che sin dall’inizio, hanno volutamente ignorato l’importanza di una procedura di legge che solo grazie ad un forte senso di responsabilità, ha scongiurato il licenziamento in tronco della totalità dei lavoratori di Sistema Srl”, come scrivono i rappresentanti delle Segreterie Regionali Confederali .

Il verbale conclusivo siglato costituisce la sintesi di più incontri Istituzionali con il coinvolgimento delle Confederazioni Sindacali Regionali Cgil, Orsa trasporti e Ugl, il liquidatore fallimentare della Società Sistema, le Società regionali di trasporto TUA Spa e SANGRITANA Spa, l’Ispettorato Territoriale del Lavoro e alla presenza del vice Presidente della Giunta Regionale Giovanni Lolli, del Consigliere Regionale Antonio Innaurato e dei rappresentanti del Dipartimento Renzo N. Iride e Pietro De Camillis. Nello specifico rispetto alle 46 unità lavorative complessive, 40 sono state ricollocate (38 in TUA e 2 in SANGRITANA), attraverso l’applicazione di un Contratto di lavoro a tempo indeterminato e con prestazione lavorativa part time 50%.

Per le restanti 6 unità dichiarate in eccedenza e alle quali non è stato possibile trovare una immediata ricollocazione lavorativa, permane comunque da un lato la personale iscrizione nella graduatoria di idoneità pubblicata da Sangritana Spa e, dall’altro, la possibilità di ricollocazione attraverso gli interventi enunciati dagli stessi rappresentanti delle Istituzioni in aderenza al previsto Piano Operativo Regionale.

Non si può mai nutrire soddisfazione quando sul campo restano dei licenziamenti fosse anche di una sola persona. Stride che vi siano organizzazioni sindacali non interessate a quell’esame congiunto che da sempre rappresenta il luogo di confronto per individuare soluzioni alternative ai licenziamenti e che, se disertato, consentirebbe al datore di lavoro di procedere ai licenziamenti senza alcun problema e senza limiti.

Resta la profonda amarezza, quindi, di aver dovuto constatare in questa drammatica vertenza

occupazionale, la colpevole assenza di talune sigle sindacali che sin dall’inizio, hanno volutamente

ignorato l’importanza di una procedura di legge che solo grazie ad un forte senso di responsabilità, ha scongiurato il licenziamento in tronco della totalità dei lavoratori di Sistema Srl.

La determinazione, la competenza e il forte senso di responsabilità mostrati da subito dai presenti al

tavolo, a partire dalla richiesta di internalizzazione dei servizi e dall’individuazione del percorso “ANPAL” per la gestione degli esuberi della società Sistema (società partecipate dalla pubblica amministrazione) , ha consentito di ricollocare nelle due società regionali di trasporto la quasi totalità del personale

interessato dalla procedura di licenziamento collettivo.

Nel sottolineare che il verbale di accordo odierno ha consentito altresì di migliorare le condizioni di

applicazione della procedura, evitando l’applicazione sia del periodo di prova che delle trattenute per il mancato preavviso, le scriventi Segreterie Confederali auspicano un maggior coinvolgimento di tutti i portatori di interesse, siano essi parti sociali che Istituzionali, affinché prioritariamente si definisca uno sbocco lavorativo in tempi brevi per i sei dipendenti ad oggi non ricollocati.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top