Calcio

L’Avezzano batte la Recanatese: cronistoria della stagione e novità per il futuro

Con la vittoria per 5 a 3 sulla Recanatese, nell’ultima giornata di campionato, l’Avezzano conclude al meglio la prima stagione del ritorno in serie D. Partita che ha visto affrontarsi due squadre che ormai non avevano più nulla da dire in questo campionato; i marsicani avevano già festeggiato la salvezza matematica al termine della giornata precedente, mentre i marchigiani erano già tagliati fuori dalla lotta play-off. Purtroppo il pubblico non ha potuto assistere a questa gara in quanto si è giocato a porte chiuse, provvedimento preso dal Giudice Sportivo che ha punito la società per colpa dei soliti facinorosi che, nella trasferta di Jesi, si sono resi protagonisti di atti deplorevoli. Tornando alla partita, l’Avezzano ha saputo portare a casa i tre punti dopo una girandola di emozioni che l’hanno vista, prima andare in svantaggio al 7’, poi portarsi sul 3 a 1 grazie alle realizzazioni di Moro (11’), Censori (14’) e Puglia (16’). Nella ripresa però, i biancoverdi hanno staccato la spina e si sono fatti raggiungere sul 3 pari. Nel finale ci hanno pensato i due senatori Moro e Di Genova, rispettivamente al 73’ e 83’, a riportare la gara dalla parte dell’Avezzano.

Nel post-partita arriva, però, l’allenatore biancoverde Lucarelli ha rassegnato pubblicamente le proprie dimissioni.  “Ho concluso il mio ciclo – ha dichiarato – sono stati due anni belli ed intensi, nei quali sono stato orgoglioso di aver allenato la squadra della mia città.” I motivi dell’addio forse sono da ricercare nel non proprio idilliaco rapporto con la tifoseria che, spesso e volentieri, lo ha criticato anche oltre i propri demeriti. Alcuni addetti ai lavori però sono certi che il mister non resterà a senza squadra, e pare ci sia pronta per lui una panchina importante in eccellenza.

Conclusa la stagione regolare, ci sono ancora play-off e play-out da giocare, è tempo di tirare le somme. Nelle 17 partite casalinghe l’Avezzano ha conquistato 36 punti, gli stessi della corazzata Sambenedettese tanto per rendere l’idea (meglio ha fatto solo il Fano con 40 punti), portando a casa il record di migliore attacco con 37 goal realizzati. Ma, come dicevamo, se tra le mura amiche del Dei Marsi c’è stato da divertirsi, non si può dire lo stesso per quanto riguarda le gare in trasferta. Solo 8 i punti conquistati dai biancoverdi, frutto di un solo successo, alla settima giornata nel prestigioso scenario del Del Duca di Ascoli contro il Monticelli, e cinque pareggi. Le cause di questo rendimento opposto si potrebbero ricondurre alla giovanissima età della rosa dell’Avezzano, costruita più in ottica futura che per il presente dal DS De Angelis. Una nota speciale va Di Curzio (96’) autore di ben 9 goal da gennaio ad oggi e convocazione con la rappresentativa serie D al torneo di Viareggio; Pollino, classe 97’, prelevato dalla primavera del Parma; e Persia (98’), che rappresenta il futuro del centrocampo biancoverde.

No, non ci siamo dimenticati di Alessio Di Massimo. L’attaccante esterno, dopo aver trascinato l’Avezzano ad inizio stagione nelle zone alte della classifica, ha iniziato ad attirare su di sé occhi importanti. Quando sembrava ad un passo dal Pescara, anche mister Oddo si era scomodato di persona per vedere il gioiellino natio di Sant’Omero, è arrivata la Juventus che, con un contratto importante, lo ha portato immediatamente a Torino. Di Massimo in bianconero si è subito distinto, aiutando la primavera di un altro abruzzese, Fabio Grosso, a conquistare il torneo di Viareggio. Tornando a parlare in tinte biancoverdi, a breve ci sarà una conferenza stampa del presidente Paris, nella quale verranno illustrate le prossime mosse del club di via Ferrara per competere al meglio nel campionato di serie D 2016/2017.

Davide Proietti

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top