Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Altri articoli

L’attività politica nella IX legislatura, Giuseppe Di Pangrazio racconta il suo impegno in regione


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Si è tenuto nella mattinata di ieri, presso la sede della Comunità Montana Peligna a Sulmona, l’incontro pubblico dal titolo “Il punto. 5 anni di Regione Abruzzo” per presentare il volume del consigliere regionale Giuseppe Di Pangrazio dal titolo “L’Abruzzo: la politica nei territori”.  Nel corso dell’evento, organizzato dall’associazione culturale “Sulmona sostenibile”, sono stati ripercorsi gli anni della IX legislatura (2009-2014) in Regione Abruzzo e l’attività del consigliere nei 5 anni di incarico. 

“Quella di oggi è l’occasione per far valere in toto il principio della trasparenza, dando possibilità all’opinione pubblica di avere i mezzi necessari per prendere conoscenza della mia attività politica. Nessuna promessa o buoni propositi, nessun insulto o slogan ma solo atti e dati utili per una  valutazione obiettiva dell’operato così da rendere più agevole il controllo e la creazione di un giudizio” ha detto Di Pangrazio. L’incontro aveva anche uno scopo propriamente culturale: discutere il modello di una politica nuova. Un modello che si assuma la responsabilità delle proprie azioni, che entri  nel merito dei provvedimenti assunti e delle scelte effettuate nell’ambito dell’ attività pubblica.

“La politica nei territori è il titolo che sintetizza il mio lavoro di questi anni. Territori come estensioni geografiche e come micro sistemi che per funzionare devono avere la forza di organizzarsi e integrarsi reciprocamente. Sulmona e la Valle Peligna rappresentano uno di  questi sistemi, insieme alla Marsica e l’Aquilano. Negli ultimi anni la macchina amministrativa sta accelerando notevolmente il suo processo di rinnovamento. Penso allo scioglimento delle Comunità montane, l’inevitabile soppressione delle province per arrivare alla formazione di aree di secondo livello che diventeranno enti intermedi tra Comuni e Regioni. In questa importante metamorfosi il centro Abruzzo dovrà trovarsi pronto al fine di ottimizzare le risorse e garantire la funzionalità dei servizi. E’ questo il filo conduttore che ha caratterizzato il mio impegno per il territorio: è il caso della Sanità, con la questione Ospedale, è il caso della Giustizia per la questione dei tribunali minori, è il caso della mobilità con il sistema di trasporti, è il caso dell’ambiente con la battaglia contro il metanodotto Snam, per citarne alcuni. Temi che sono riusciti ad entrare nell’agenda regionale grazie alla sinergia tra cittadini, associazioni e rappresentanti istituzionali” ha proseguito il consigliere.

L’incontro è stato introdotto dai giornalisti Ennio Bellucci e Giovanni Ruscitti  che hanno ripercosso i 45 anni della Regione Abruzzo e il suo rapporto con Sulmona e il territorio peligno. Al dibattito è intervenuto anche il candidato presidente alle primarie del centrosinistra Luciano D’Alfonso il quale ha ricordato l’importanza della rendicontazione nell’attività pubblica e politica, riferendo “La rendicontazione di un eletto consente a una democrazia di riferimento di sapere cos’è che ha visto impegnato quell’eletto, consente la misurazione, la valutazione ed eventualmente anche la valutazione. Se la politica non ha più capacità attrattiva è perché non viene più percepita come produttrice di utilità, non viene più vista come necessaria e questo perché non prende impegni e non li mantiene”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top