Attualità

L’Aquila, 5 casi di malaria: formazione professionale per affrontarla

Era scomparsa da decenni dai ‘radar’ dell’Occidente e invece la malaria a L’Aquila, nel giro di un anno, si è rifatta viva con 5 casi. Il laboratorio analisi dell’ospedale aquilano, diretto da Simonetta Santini, ha avviato un progetto di formazione professionale per arricchire il bagaglio degli operatori di laboratorio, in maniera specifica, sulla diagnosi di questi parassiti di ritorno. Il 23 aprile scorso all’ospedale di L’Aquila, alla sala Dal Brollo, si è tenuto la prima di queste sedute didattico-pratiche, a cui hanno preso parte 30 tra medici e operatori.

Si è trattato del primo corso di ‘parassitologia intestinale ed ematica’, organizzato da Giulio Di Michele, responsabile scientifico, supportato dai tecnici di laboratorio biomedico Anna Di Girolamo e Giovanni Scimia. La giornata di studio è stata impreziosita dalla presenza del prof. Massimo Marangi, docente di parassitologia della facoltà di Medicina dell’Università di Roma “La Sapienza”. Il ciclo di formazione professionale comprende altri due appuntamenti, il 15 e il 28 maggio prossimi. Oltre alla malaria, i tecnici hanno ‘intercettato’, negli ultimi mesi, alcuni casi di leishmania, malattia causata da un parassita che si annida per lo più nei cani che ne diventano veicolo di trasmissione, e un caso di linfoistiocitosi emofagocitica: una patologia delle cellule del sistema immunitario.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top