Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Sport

L’Aquila Calcio: si inizia a delineare il nuovo corso.


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

10 fogli di taccuino scritti fitti fitti. Raccolgono un’intervista. Sono pagine di idee, di intenzioni, di speranze, di obiettivi. Pagine che, pero’, in tre parole trovano il filo conduttore: metodo, passione, senso di appartenenza. E’ il “Battisti” pensiero a pochi giorni dall’inizio ufficiale del suo lavoro come direttore sportivo dell’Aquila Calcio. In questi giorni, in cui ha tenuto banco la questione dell’assemblea dei soci e la ratifica di nuovi ingressi, si parla anche di budget e cifre, fondamentali certo per svolgere in maniera serena un campionato. Un budget che ai più e’ sembrato piuttosto limitato. “Non ho chiesto il budget alla società – dice Battisti ma il metodo. L’unica certezza, perché il budget può sempre cambiare in corso d’opera, e’ la volontà di rispettare – aggiunge – un certo fair play finanziario. Del resto ci saranno le entrate certe e ciò che noi – afferma – riusciremo a produrre”. Capitolo Allenatore. E’ certo che alla guida dell’undici rossoblu’ ci sarà nella prossima stagione sportiva il tecnico Carlo Perrone, ex allenatore della Valle del Giovenco che porto’ in C1, ex guida della Salernitana con la quale vinse i campionati di serie D e C2. Un nome del calcio conosciuto dal direttore aquilano, suo compagno di squadra ai tempi della Lodigiani, squadra dalla quale sono usciti poi tecnici di spessore come Perrone stesso o Agostinelli. Per quanto riguarda la squadra sono in corso i colloqui con i giocatori rossoblu’ per definire sempre meglio chi andrà via e chi invece resterà alla corte del patron Chiodi. Pacilli tratta per la risoluzione, e’ cosa ormai certa il suo commiato dall’Aquila, del resto ha un contratto oneroso, un grande giocatore secondo Battisti ma bisogna stare sempre entro certi margini ed e’ dunque un contratto che non si può mantenere. Dal prestito al Como tornerà Claudio De Sousa. “Si sa che e’ un giocatore che mi piace – dice Battisti –  ma ora mi piace ancor di più perché per lui sarà un stagione nella quale non può sbagliare. Anche lui ha bisogno di far vedere le sue qualità messe in ombra dagli infortuni ultimamente, se avrà il mio stesso punto di vista si potra’ lavorare insieme e bene”.  Lorenzo Del Pinto andra’ via. Sugli altri poco da dire per ora: Corapi ad Ascoli, Sandomenico e’ seguito con interesse da diverse squadre, c’e’ Zandrini che e’ un ottimo portiere e che Battisti vorrebbe trattenere all’Aquila. “Vorremmo ripartire da Zaffagnini – confida il direttore – che ha mostrato la sua volontà di rimanere in città e dunque un grande senso di appartenenza. Appena possibile incontreremo anche lui – chiosa”. Il discorso giovani rimane essenziale. La Lega, in attesa di decisioni ufficiali, ha dato l’indicazione per una rosa di 24 elementi con 1/3 under 21. “A prescindere da questo – afferma il ds – probabilmente andremo ad accrescere questa proporzione con giovani bravi ”. Dopo l’ingresso in società dell’aquilano Fabrizio Rossi che si occupera’ del settore giovanile si comincia a delineare un nuovo corso e anche se il direttore ha come priorita’ la prima squadra non dimentica che alla base c’e’ sempre il vivaio. Indispensabile. “Dobbiamo partire dai bambini, come società che rappresenta il capoluogo di regione – dichiara Alessandro Battisti – abbiamo il dovere di valorizzare i ragazzi del nostro territorio, di creare e far crescere buoni calciatori. Il nostro obiettivo – sostiene – deve essere quello di far nascere in ogni ragazzo aquilano il desiderio di giocare con L’Aquila Calcio. Mi auguro che ci si riesca – conclude – perché e’ fondamentale investire nei settori giovanili, ovunque. Intanto si attende ancora il corso della giustizia sportiva dopo l’inchiesta Dirty Soccer che comunque non vede coinvolta la società aquilana. In un mondo, quello del calcio italiano, abruzzese e internazionale, in cui ogni giorno escono notizie che mettono in crisi chi nel calcio crede ancora e chi ritiene che la passione debba essere sempre alla base risulta difficile credere ancora. Ma, in casa dell’Aquila Calcio, vietato pensare. Imperativo lavorare seriamente. I frutti, se così si farà, si raccoglieranno presto. A dispetto dei malumori e della sfiducia, lecita per carita’ ma, in questo momento, si inizia un percorso diverso e, come sempre, sarà fondamentale il calore dei tifosi, veri trascinatori da sempre della loro squadra di calcio.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top