Abruzzo

L’Abruzzo svetta nella raccolta degli pneumatici usati

Abruzzo protagonista nella raccolta di pneumatici fuori uso. Grazie al lavoro di centinaia di volontari di “Puliamo il Mondo”, iniziativa di Legambiente, il consorzio EcoTyre specializzato nel trattamento di questa tipologia di rifiuto, ha raccolto quasi 1.000 pneumatici fuori uso (Pfu) abbandonati, di cui alcuni di grandi dimensioni, equivalenti a circa 8mila kg. L’Abruzzo è stata la regione in cui sono stati gestiti più Pfu e che ha visto il coinvolgimento di cinque Comuni: San Salvo, Atessa, Scerni, Furci e Bisenti. Tutti i rifiuti sono stati caricati sui camion di EcoTyre e avviati al corretto recupero, a costo zero per le amministrazioni comunali. Gli Pfu verranno triturati per ottenere granulati di gomma di dimensioni sempre minori. Nella fase di trattamento verrà separata la componente plastica dagli altri materiali, in particolare metalli e residui tessili. Successivamente gli Pfu, riciclabili al 100%, potranno prendere tre direzioni: il riutilizzo attraverso cui una parte degli pneumatici può essere sottoposta a trattamenti di rigenerazione per poi essere riutilizzata sui veicoli; il recupero di materia cioè il reimpiego di quasi il 70% del polverino in una serie di applicazioni, come le superfici sportive, l’arredo urbano, asfalti modificati, pavimentazioni e manufatti, opere di ingegneria civile, etc.; la restante quota di Pfu (circa il 30%) è utilizzata per il recupero di energia. «L’auspicio è che questa sinergia vincente tra Legambiente ed EcoTyre contribuisca a consolidare una corretta pratica nello smaltimento oltre che a rafforzare le azioni di controllo ambientale nei territori», sottolinea Giuseppe Di Marco, presidente di Legambiente Abruzzo.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top