Giudiziaria

La strana storia di un consigliere errante per la Marsica…

Consigliere comunale aquilano con la patente sospesa tampona la macchina dei carabinieri all’uscita dell’autostrada Aquila Ovest dell’A24 (Roma-L’Aquila) dichiara di essere il fratello gemello per sfuggire alla multa, ma viene scoperto e denunciato per aver fornito false generalita’. Si tratta del consigliere comunale dell’Aquila del Partito socialista, Gianni Padovani. L’episodio si e’ verificato ieri ma solo oggi e’ trapelato. Secondo la ricostruzione fatta dagli agenti della Polizia stradale dell’Aquila, il consigliere ha tamponato all’Aquila la macchina di servizio della compagnia dei carabinieri di Tagliacozzo. Quando e’ sceso dalla macchina, pero’, si e’ presentato ai militari con il nome di Agostino Padovani. Il fratello gemello. I militari si sono subito insospettiti dal suo fare agitato e gli hanno chiesto spiegazioni, visto che si trattava solo di un tamponamento. Quando gli hanno chiesto i documenti lui ha dichiarato di averli dimenticati a casa. Le vere generalita’ sono saltate fuori quando il consigliere e’ stato accopagnato in Questura per essere fotosegnalato. E’ cosi’ saltato subito che la sua patente era stata sospesa e quindi non avrebbe potuto essere alla guida di un’auto. Il consigliere candidato alle scorse elezioni regionali con il Psi, e’ stato denunciato per guida con patente sospesa, falso, sostituzione di persona piu’ altre contestazioni in relazione al tamponamento con l’auto dei carabinieri.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top