Abruzzo

La strage di Tunisi e l’abruzzese sopravvissuto per caso

La telefonata a casa a Pescara è arrivata intorno alle 17,30 ma fino ad allora per la famiglia Terra, titolare dello stabilimento balneare “La croce del sud” sono state ore di terrore e strazio da quando i telegiornali delle 13 hanno iniziato a diffondere la notizia dell’assalto terrorista al Parlamento di Tunisi, delle sparatorie e dei turisti presi in ostaggio dentro il museo Bardo della capitale tunisina. Perché lì a Tunisi c’era Alessio Terra, il terzo dei quattro figli di Antonio e Concetta
Terra. Con la moglie Monica e i due figli di 7 e 10 anni, Alessio era salpato lunedì per una crociera di una settimana a bordo della Costa Fascinosa. La stessa nave di cui era ospite la comitiva di turisti contro cui, nella tarda mattinata di ieri, scesa dal pullman per un’escursione al museo Bardo di Tunisi, hanno fatto fuoco i due terroristi che si sono poi asserragliati con gli ostaggi all’interno del museo, con un bilancio finale di una ventina di turisti uccisi, oltre all’autista, un poliziotto e ai due terroristi.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top