Cronaca e Giudiziaria

La nuova programmazione comunitaria, interesse e partecipazione nell’incontro ad Avezzano

La Regione Abruzzo scopre le carte della nuova programmazione comunitaria 2014-2020. L’incontro, organizzato nell’ex Arssa, nella sala convegni Antonio Picchi di Avezzano, nell’ambito del progetto “Marketing Territoriale” dell’area GAL Gran Sasso Velino, ha visto la partecipazione del presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio, degli assessori regionali Donato Di Matteo e Dino Pepe, del presidente della commissione sviluppo economico Lorenzo Berardinetti e dell’assessore al Commercio del Comune di Avezzano Roberto Verdecchia. “Partendo da un progetto ambizioso di rivalutazione del territorio”, ha dichiarato Di Pangrazio, “la Regione Abruzzo, attraverso l’evento organizzato dal GAL Gran Sasso Velino e curato dall’associazione Borghi Autentici d’Italia, ha inteso recepire e promuovere questo importante tema nel quadro delle iniziative finalizzate alla comunicazione del PSR Abruzzo”. “Il Piano di Sviluppo Rurale”, ha spiegato l’assessore regionale all’Agricoltura, Dino Pepe, è “un’opportunità per il nostro Abruzzo e per il mondo agricolo. Per quanto ci riguarda, il PSR nei prossimi anni svilupperà una capacità di spesa di 432milioni di euro a disposizione non solo degli agricoltori ma di tutto il mondo rurale nel suo complesso. La Regione cofinanzierà con il proprio bilancio il PSR con un’importo di 9,5 milioni di euro, solo per la prima annualità”. Un’occasione di riscatto quindi per i territori dell’Abruzzo che nessuno si farà sfuggire. “Quella di oggi è stata un’iniziativa importantissima che pone al centro delle politiche regionali i borghi autentici che possono diventare una grande offerta turistica per il nostro territorio, ha sottolineato l’assessore ai Lavori pubblici, Donato Di Matteo, “su questa tematica, ora, va promossa un innovazione culturale e normativa finalizzata a valorizzare e costruire le opportunità per lo sviluppo dei borghi sulla base delle proprie vocazioni e specificità territoriali”. Secondo Berardinetti: “La conoscenza delle priorità, delle diverse opportunità di finanziamento e delle procedure da attivare costituiscono la condizione necessaria per favorire la crescita sociale, culturale ed economica del territorio. Dobbiamo fare sistema e rafforzare le capacità di intervento degli operatori pubblici e privati. Bisogna mettere in sinergia il territorio promuovendo uno sviluppo armonico garantendo ed accrescendo le opportunità per tutti i cittadini. Un marketing territoriale che faccia sintesi e mettete a sistema tutti gli attori locali, (comuni, gal, dmc) in un unica stratega che veda la provincia dell’Aquila al centro della politica di sviluppo della regione Abruzzo”. Durante l’incontro, al quale hanno preso parte numerosi cittadini e amministratori della Marsica tra cui il sindaco di Scurcola Marsicana, Vincenzo Nuccetelli, di Gioia dei Marsi, Gianclemente Bernardini, di Lecce nei Marsi, Gianluca De Angelis e di Castellafiume, Domenico Mariani, i tecnici hanno illustrato le priorità, le opportunità di finanziamento e le risorse della nuova programmazione. “Come associazione siamo presenti in maniera massiccia sul territorio e molte amministrazioni del territorio del GAL aderiscono alla rete” , ha commentato Antonio Cardelli, responsabile del progetto “Marketing territoriale” per Borghi Autentici d’Italia, “con questo progetto abbiamo voluto valorizzare i tanti attori e le tante risorse del territorio e costruire occasioni di scoperta e di visita per i tanti turisti che possono essere attratti dal territorio stesso. Il progetto vuole proporre degli itinerari in senso di contenitori di tutte le occasioni che sono realmente fruibili. La programmazione comunitaria è una grandissima opportunità che punta a valorizzare le vocazioni locali facendo in modo che possano diventare realmente delle occasioni di sviluppo e di crescita”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top