Altri articoli

La Fondazione Carispaq in aiuto dei siti archeologici

Con l’incentivo della Fondazione Carispaq, domenica 28 settembre scorso, è stato dato luogo ad un evento – test, diretto, contemporaneamente, ai siti archeologici di Alba Fucens e dei Cunicoli di Claudio. L’avvenimento è parte dell’ampio progetto internazionale “La Via Dei Marsi – Spina verde marsicana” e consta di un itinerario ambientale, storico – culturale e religioso – turistico sul quale si impernia e che si snoda dal Sentiero Europeo E1 (lungo 6 mila chilometri), che va da Capo Nord, in Norvegia, per raggiungere Capo Passero, in Sicilia. Nonostante l’iniziativa sia stata pubblicizzata pochissimo, dal 25 al 28 settembre, circa 1200 persone hanno visitato i luoghi contemplati da questo iter, beneficiando di apposite guide. Queste ultime sono state coordinate dall’ERCI Team Onlus di Avezzano, Associazione capeggiata da Sergio Rozzi, che si è correlata con le Associazioni “Convivium”, “Legio 1° Minervia”, con la Pro loco di Borgo Incile, la Cooperativa “Alba Fucens”, alle quali è stata affidata l’attività didattica. Si sono resi disponobili, in seno al programma, Francesco Sciarretta, per il Consorzio di Bonifica Ovest e Lothar Weis, giunto per l’occasione direttamente dalla Germania, che ha dettagliatamente resi edotti i presenti sulla funzionalità idraulica (archeologia sperimentale) dell’opera romana dei Cunicoli. I costi dell’iniziativa sono stati minimi, laddove èstato elaborato uno studio specifico sulla potenzialità dei due siti archeologici e sulla loropropria capacità, quali attrattive turistiche. Ciò rappresenta, di fatto, un passo in avanti verso la valorizzazione del nostro Territorio, costituito in primis, da un tesoro archeologico e naturalistico incomparabile che può, concretamente, contribuire a creare posti di lavoro, aprendo nuovi e più confortanti scenari sul futuro.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top