Politica

La Confesercenti si rinnova: “Aiuteremo le imprese schiacciate dalla tassazione selvaggia”

Grande soddisfazione del presidente provinciale Confesercenti, neoeletto consigliere della Giunta della Camera di Commercio di L’Aquila, Domenico Venditti, per le nuove nomine nel Confidi Regionale – CoopCredito: in particolare, nella persona di Consigliere e componente del Comitato Tecnico Giampiero Morgante ed in quella di VicePresidente Albano Marcaurelio. Con tali nomine la Confesercenti ha voluto mettersi alla prova e “rilanciarsi” nel mondo delle piccole e medie imprese in modo da essere costantemente all’avanguardia nel supporto alle aziende. In particolare vuole aiutare le imprese che oggi si ritrovano schiacciate dal Governo e dalla tassazione selvaggia.

Ne è un esempio la tassazione comunale sui rifiuti urbani. In merito, la Confesercenti comunica ai propri Associati che la Corte di Cassazione, Sezione Tributaria, ha pronunciato la sentenza n. 9858/16 con la quale ha stabilito l’esenzione dal pagamento del tributo comunale sui rifiuti urbani per coloro che producono rifiuti speciali. Con la suddetta sentenza è stato confermato quanto già stabilito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con nota n. 38997 del 9 ottobre 2014, ma che, in realtà, quasi nessun comune ha mai applicato. I comuni avrebbero dovuto, e da oggi, devono rinunciare a pretendere la TARI su quelle aree aziendali dedicate alla produzione di rifiuti speciali, ossia quei rifiuti che non vengono gestiti e smaltiti dalla pubblica amministrazione sulla base dei contributi fiscali, ma da un sistema di aziende private.

Con questa sentenza le imprese e le utenze qualificate come “non domestiche”, dimostrando di sostenere autonomamente i costi relativi alla produzione dei propri rifiuti speciali, e con alla mano attestazione rilasciata dalla azienda che recupera e smaltisce il rifiuto speciale, verranno esentatate dal pagamento del tributo comunale. Pertanto la Confesercenti esorta i comuni a rispettare quanto stabilito dalla normativa generica, oltreché speciale, abolendo il doppio tributo per coloro che posseggono i requisiti per l’esenzione, e invita le piccole e medie imprese a contattarci al fine di poter avviare la procedura e per poter chiedere ai comuni di competenza eventuali rimborsi spettanti di diritto.

Altro esempio lampante di tassazione eccessiva è quello relativo agli aumenti sui consumi del Consorzio Acquedottistico Marsicano (CAM). Bollette dell’acqua con tariffe raddoppiate se non triplicate, fatturazioni con consumo stimato (forfait) anche dove sono stati installati regolarmente i contatori. In merito, il presidente Provinciale Confesercenti, Domenico Venditti, al fine di trovare soluzione a queste problematiche e tutelare le imprese associate, confida nella grande professionalità del nuovo Presidente del Consorzio Acquedottistico Marsicano, alla quale va tutta la sua stima, per un “refresh” di quest’ultimo. La Confesercenti, inoltre, sta studiando un’azione concreta, c.d. “class action” da esperire nei confronti del Governo, alla quale, ci si auspica che tutte le imprese oppresse dalla tassazione, e che a breve verranno da noi contattate e coinvolte, aderiscano. Per il bene e la rinascita di tutti.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top