Attualità

Prosegue la festa del Kimera Rock: l’organizzazione si dissocia dalle polemiche

Venerdì 8 luglio ad Avezzano, presso il centro fieristico nel nucleo industriale, è partita la tre giorni dedicata alla musica del Kimera Rock. Un inizio un po’ turbolento ha caratterizzato la prima del festival, sia per l’assenza del rapper Noyz Narcos, sia per l’episodio di violenza che ha visto coinvolti il bodyguard di Guè Pequeno ed un giovane presente al concerto. Secondo il comunicato ufficiale emanato dal manager di Noyz, il mancato arrivo dell’artista ad Avezzano si è verificato in seguito a problemi logistici per raggiungere il luogo del concerto, anche se alcune indiscrezioni lo vedrebbero coinvolto in ben altri problemi. Nonostante il cambio di programma, la partecipazione e l’entusiasmo di tanti giovani marsicani ha comunque ripagato le aspettative degli organizzatori.

Per quanto riguarda le polemiche scaturite in seguito all’aggressione, è lo stesso staff a chiarire la vicenda alla redazione di Marsicanews presente al Festival: “L’episodio di violenza verificatosi durante la prima serata è da ascrivere alla personale iniziativa della guardia del corpo di Guè Pequeno, che a fronte di una provocazione subita da un ragazzo presente all’evento ha ritenuto di dover rispondere con la forza per allontanarlo. Gli organizzatori si dissociano dall’accaduto in quanto assolutamente al di fuori di qualsiasi tipo di responsabilità, e soprattutto si dichiarano estranei rispetto a tutto quello che è stato scritto dagli altri giornali! La parentesi di venerdì sera, seppur spiacevole, non ha nulla a che vedere con i curatori della manifestazione e soprattutto non vanifica né compromette il lavoro svolto con passione per dar vita ad un’idea giovane ed innovativa nella Marsica. Pertanto prosegue il clima di festa e divertimento del Kimera Rock!”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top