Cultura

Jacopo Sipari con Butterfly inaugura uno dei festival più belli al mondo

Abruzzo – Il direttore abruzzese Jacopo Sipari di Pescasseroli, Direttore Artistico del Festival Internazionale di Mezza Estate, avrà l’onore di inaugurare uno dei Festival più belli al mondo, l’ “Opera Open Ancient Theatre 2018”. Il 23 Giugno 2018, in Bulgaria, sarà Sipari infatti a salire sul podio del Teatro Romano Antico di Plovdiv, tra i più belli al mondo.

Conservato perfettamente, fu eretto a tra il 114 e il 117 nell’allora Filippopoli, sotto Traiano, come risulta da un’iscrizione ivi scoperta. La cavea allo stato originale era in grado di accogliere dai 5.000 sino a 7.000 spettatori. Settori diversi del teatro erano riservati ai distretti in cui era divisa la città. Attualmente della cavea si sono conservate quattordici gradinate, che insieme ai resti della scena e del proscenio testimoniano ancora la ricchezza decorativa dell’edificio.

L’Opera Open Ancient Theatre è tra i più suggestivi Festival musicali europei noto per le rappresentazioni di opere liriche e balletti internazionali.

Quest’anno sarà proprio Jacopo Sipari ad inaugurare la nuova stagione con la “sua” MADAMA BUTTERFLY di Giacomo Puccini, con un cast di assoluto prestigio con Hye-Youn Lee, straordinaria soprano coreana, nel ruolo di Cho Cho San e Oreste Cosimo nel ruolo di Pinkerton.

Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera Nazionale di Plovdiv.

“Ancora una volta Puccini mi porta a dirigere in uno dei templi della musica mondiale. La bellezza indiscussa del Teatro, la magia di atmosfere antiche e un cast straordinario faranno il resto. Sono estremamente onorato di poter inaugurare un Festival così importante proprio con l’Opera che più amo, Madama Butterfly, il capolavoro assoluto del Maestro toscano. Amo talmente tanto quest’opera che abbiamo deciso di inserirla anche come chiusura del 34 Festival di Tagliacozzo, quest’anno, in programma il 24 Agosto”.

Madama Butterfly è un’opera in tre atti (in origine due) di Giacomo Puccini, su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, definita nello spartito e nel libretto “tragedia giapponese” e dedicata alla regina d’Italia Elena di Montenegro. La prima rappresentazione ebbe luogo al Teatro alla Scala di Milano, il 17 febbraio 1904, della stagione di Carnevale e Quaresima.

Puccini scelse il soggetto della sua sesta opera dopo aver assistito al Duke of York’s Theatre di Londra, nel giugno 1900, alla tragedia in un atto Madame Butterfly di David Belasco, a sua volta tratta da un racconto dell’americano John Luther Long dal titolo Madame Butterfly, apparso nel 1898. Per la realizzazione del dramma, Puccini si documentò senza sosta e minuziosamente sui vari elementi orientali che aveva ritenuto necessario inserirvi. Lo aiutarono particolarmente una nota attrice giapponese, Sada Yacco, e la moglie dell’ambasciatore nipponico con la quale parlò in Italia facendosi descrivere usi e costumi del popolo orientale.

Jacopo Sipari, di ritorno da Plovdiv, sarà impegnato nella grande produzione di “Trittico – Tabarro, Suor Angelica e Gianni Schicchi” per il centenario dalla prima rappresentazione, al Gran Teatro Puccini di Torre del Lago con prima l’ 11 Agosto 2018.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top