Italia

Italicum, la fronda spacca il Pd

Matteo Renzi vince il braccio di ferro con i senatori Pd sull’Italicum ma la conta imposta dal segretario premier lascia sul campo molte ferite aperte che potrebbero riaprirsi sul Quirinale. È finita con 71 voti a favore dell’Italicum e 29 no la conta che Renzi ha imposto ai senatori. Il secondo tempo dell’assemblea con il capo del governo, è cominciato dopo il sesto faccia a faccia di Renzi con Berlusconi. Il premier arriva a Palazzo Madama forte del via libera avuto dal Cavaliere su soglie di sbarramento e premio di lista e delle rassicurazioni ottenute sulla tenuta del corpaccione di Fi, in fibrillazione come il Pd. I due si sono messi d’accordo di negare di aver affrontato anche la questione del successore di Napolitano ma la trattativa sarebbe a buon punto anche sul nome del futuro candidato e il borsino di ieri dà in calo Giuliano Amato in favore di Sergio Mattarella o di Anna Finocchiaro. Ma è sull’Italicum che Renzi ha il via libera.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top