Altri articoli

Celano: isole a scomparsa, il progetto va avanti

IMG_0006Con l’avvio della raccolta “Porta a Porta” a Celano parte anche concretamente l’iniziativa di dotare la città castellana di un sistema che, oltre ad essere tecnologicamente all’avanguardia, è anche vantaggioso per i cittadini che avranno benefici economici dalla differenziazione dei rifiuti.  Giovedì e venerdì, su invito del sindaco Filippo Piccone e dell’assessore alla città Santilli, tecnici della ditta che costruisce il meccanismo “isola a scomparsa” hanno visitato Celano al fine di stilare un progetto calato sul territorio che permetta il conferimento del pattume 24ore su 24 e sette giorni su sette senza obbligo di orario, giorno e tipo di rifiuto.

L’idea era venuta dal Comitato “A tutela di Celano”, fondato da Gianvincenzo Sforza, ed è stata subito raccolta dagli amministratori comunali che hanno dichiarato, durante i loro interventi nell’assemblea di qualche giorno fa e organizzata proprio dal Comitato, di condividere il sistema proposto che prevede “Isole a scomparsa”. I tecnici, accompagnati dall’assessore Santilli e da Patrizio Lumacone, hanno fatto una ricognizione nei quartieri di Celano e hanno individuato gli spazi per la collocazione delle isole che, una volta posizionate, celeranno i cassonetti per tutti i tipi di pattume sottoterra da dove emergeranno solo quando questi sono pieni e su intervento degli addetti alla raccolta.

“La tecnologia delle Isole a scomparsa- ha dichiarato Sforza- sta avendo una buona diffusione in molte città e sicuramente rappresenta un incentivo in più alla differenziata che risulterà più facilitata per i cittadini”. “Con gli amministratori e  i tecnici di “isola”- ha esordito il sindaco Piccone- abbiamo concordato la linea da seguire e entro la settimana prossima affideremo l’incarico progettuale per realizzare anche a Celano questo impianto che già funziona in altre città. Ritengo- ha concluso il sindaco Piccone- che questo sistema possa essere considerato a buon diritto l’evoluzione del “Porta a Porta” che, comunque, ci abituerà in una sorta di rodaggio a differenziare correttamente i nostri rifiuti e proprio per questo saremo operativi al massimo per semplificare ancora di più questa innovazione introdotta nella nostra città. Non appena il progetto sarà definito verrà illustrato alla cittadinanza con la quale pensiamo di procedere per il meglio guardando al futuro”.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top