Politica

Incontro in Comune tra il sindaco Di Pangrazio e il senatore Quagliariello


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Avezzano – Il senatore Gaetano Quagliariello è stato a Palazzo di Città per un convegno organizzato dal Coordinamento Unico per il No al referendum nella Marsica e, prima di scendere nella sala conferenze, è stato ricevuto dal sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio, insieme ai presidenti emeriti della Regione Abruzzo e della Provincia dell’Aquila, Gianni Chiodi e Antonio Del Corvo, al consigliere regionale Mauro Di Dalmazio e all’avvocato Antonio Morgante.
“È stata un’interessante occasione di confronto sul tema di grande attualità quale il referendum del prossimo 4 dicembre e sul panorama politico in vista delle prossime elezioni” ha commentato il primo cittadino.

Il sindaco Giovanni Di Pangrazio – che nelle scorse settimane in circostanze analoghe aveva fatto gli onori di casa portando il saluto della Città al ministro Angelino Alfano ed al sottosegretario De Vincenti, in città per la campagna informativa sul Referendum – pure partecipando attivamente ai momenti di informazione e approfondimento sulle modifiche costituzionali proposte, anche nell’occasione ha mantenuto una netta equidistanza dai due fronti opposti – a sostegno del Sì e del NO – per il referendum costituzionale.

Un atteggiamento fuori dal coro, in un tempo nel quale alcuni tendono a “tirare per la giacchetta” i votanti, e decisamente apprezzabile, anche in considerazione del tema cruciale al centro della Consultazione: un segno di rispetto per i cittadini, che dovrebbero essere nella condizione di poter votare bene informati e secondo le considerazioni maturate da ognuno, senza condizionamenti e pressioni più o meno dirette, cosa che, e la crescente esasperazione dei toni e degli umori lo testimonia, spesso non è.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top