Giudiziaria

Inchiesta appalti chiese. La Procura scagiona Ciucci

La Procura della Repubblica ha scagionato una delle persone già indagate nell’inchiesta sugli appalti per i restauri delle chiese. Si tratta di Antonio Ciucci, il quale, inizialmente, era sospettato per un falso, insieme ad altre due persone. Poi, però, al momento dell’avviso di conclusione delle indagini, la Procura ha ritenuto che all’ingegnere Ciucci non andasse contestato alcun rilievo e pertanto il caso per quanto lo riguarda è chiuso. Del resto la sua posizione è stata sempre marginale. Non altrettanto si può dire per le altre persone che sono finite nell’indagine e per le quali la Procura ritiene che non si possa archiviare. Si tratta di una dozzina di sospettati tra i quali l’ex vicecommissario ai beni culturali Luciano Marchetti, l’ex segretaria Alessandra Mancinelli e altri ancora. Gli avvocati degli indagati stanno inviando alla Procura le loro controdeduzioni con lo scopo di evitare la richiesta di rinvio a giudizio. Tutti i sospettati, nel corso delle varie fasi procedurali, hanno sempre respinto le accuse con particolare riferimento al passaggio di una mazzetta che sarebbe avvenuto a Carsoli. Fatto che, secondo alcuni difensori, potrebbe far trasferire il fascicolo ad Avezzano per competenza territoriale.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top