Politica

Incentivi per le imprese, il presidente Di Pangrazio:”Merito nostro e di nessun altro”

Avezzano – “Rendere noto l’impegno che la regione mette in tutto il territorio, ed in particolare nella Marsica, e specificare che l’attività istituzionale non va confusa con l’attività competitiva elettorale. Vogliamo cercare di fare chiarezza in questo momento in cui tutti tentano di appropriarsi del lavoro svolto da altri”. Con queste parole il Presidente del Consiglio Regionale Giuseppe Di Pangrazio, insieme al consigliere regionale Lorenzo Berardinetti e al vice presidente della Giunta regionale Giovanni Lolli, ha aperto questa mattina, a Palazzo di Città, la conferenza sugli incentivi regionali per le imprese del territorio marsicano.

“Gli imprenditori – ha continuato Di Pangrazio – devono conoscere nel dettaglio i finanziamenti regionali a cui poter attingere per creare occupazione. Il territorio marsicano si è dotato da tre anni del ‘Progetto Marsica’. Nello specifico l’ultima attività fatta dalla Giunta si riferisce ai 3milioni e 250mila euro per le Piccole e Medie Imprese. Nell’ultimo incontro tra i referenti del progetto e la Regione si è evidenziato che la Marsica è un territorio attivo e vivace. Questa misura equivale al 20 per cento di tutte le misure per la Marsica. Il lavoro è stato fatto dal gruppo progetto Marsica in raccordo con il comune di Avezzano e i rappresentati regionali del territorio marsicano e nessun altro può appropriarsene”.

“Si è iniziato dalla 107.3c con una modifica richiesta da me – ha dichiarato il consigliere regionale Lorenzo Beradinetti – il lavoro svolto è avvenuto in continuo rapporto tra me, il presidente del consiglio regionale e il vice-presidente Lolli, il comunicato stampa fatto dal collega è forse un copia e incolla del lavoro svolto da altri. Per modificare gli atti ci vuole lavoro costante e determinazione”.

“Tutto ciò che è stato fatto – ha affermato Lolli – è stato possibile grazie al fatto che questo territorio ha espresso progettualità, proposte e non solo proteste, e grazie al fatto che siamo venuti di continuo ad incontrare gli operatori del settore. Quando siamo partiti, tre anni fa, la Marsica era il territorio con le maggiori criticità dal punto di vista industriale. Il problema non è ancora stato risolto ed abbiamo tante ferite aperte sulle quali intervenire, ma tanto è stato fatto.

L’azienda più importante della Marsica si chiamava Micron ed oggi si chiama LFoundry. Abbiamo lavorato molto e, grazie anche all’aiuto del governo, siamo riusciti ad evitare i 700 esuberi. Il più grande finanziamento che la regione ha dato ad un’azienda abruzzese è stato dato ad LFoundry: 3 milioni di euro”.

Lolli ha poi illustrato gli investimenti previsti dalla legge 181 che “finanzia investimenti nelle aree di crisi superiori a un milione e mezzo e che andranno a finanziare due ottimi progetti industriali, la Burgo e la Vesuvius grazie alla collaborazione sinergica tra la Regione e il Comune di Avezzano. Per la Saes c’è un grande progetto di sviluppo che speriamo venga finanziato. Per Telespazio noi abbiamo messo 10 milioni di euro di Fers in campo. Il bando vinto da Telespazio per il progetto Galileo è molto importante e sarà affiancato da un altro grande progetto di Fiat per la geolocalizzazione delle auto insieme con l’università dell’Aquila.

Mi sono impegnato in prima persona per la vicenda Santa Croce. La gara è stata fatta, ha vinto la migliore società italiana e ora si procederà per realizzare il nuovo sito. Anche per il settore agroalimentare abbiamo Covalpa e Aureli che supporteremo. Mentre la 181 serve per investimenti superiori a 1milione e mezzo di euro,  l’altra misura è dedicata alle Piccole e Medie Imprese da sole o in forma associata. C’è poi un bando di ricerca per le piccole e piccolissime imprese valido per tutto l’Abruzzo. Possiamo dire che in questi anni non siamo stati con le mani in mano, abbiamo realizzato tanti progetti, grazie ad un’azione corale con le istituzioni, i sindacati e le associazioni, cose concrete per la quali lavoriamo con sinergia dalla mattina alla sera.”

 

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top