Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Abruzzo

Imponente operazione contro il commercio illecito cinese


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Imponente attività di polizia rivolta al contrasto del commercio illecito di prodotti contraffatti e/o nocivi.

Sequestrata merce contraffatta e verosimilmente tossica proveniente dalla Cina e destinata alla vendita al dettaglio nel mercato aquilano.

Una task-force composta da personale di diversi uffici della questura e dall’agenzia delle dogane e dei monopoli ha fatto dei controlli amministrativi presso il megastore Ipercina, sito a L’Aquila, riscontrando diverse irregolarità.

Nella giornata di martedì 15 aprile scorso, personale  della Divisione Amministrativa, della Divisione Anticrimine e della Squadra Mobile, coadiuvato da quello dell’Ufficio Antifrode delle Dogane ha operato dei controlli di natura amministrativa e doganale presso il mega negozio cinese Ipercina, sito a L’Aquila, preposto al commercio di materiali di vario genere.

Le verifiche hanno palesato la presenza di: merce contraffatta non conforme alla normativa sulla sicurezza e risultata con marchio ingannevole:

bilance sia da cucina che da peso, materiale da cucina, frullatori, calcolatori digitali di prezzi, maglie da gioco per bambini, boxer e altro.

Merce priva di marchio C.E.:

svariati specchietti con pettine per bimbi, confezioni di salviettine liofilizzate e altro.

Merce risultata positiva ai metalli pesanti:

plastilina, ciabatte e stivaletti da bambino, ciabatte e scarpe da uomo, materiale elastico ortopedico, borse, maglie sportive da bambino, abbigliamento intimo maschile, e altro.

Merce risultata falsificata nella dichiarazione d’origine:

giacche in pelle, abbigliamento intimo, porta pc e altro.

Dai primi accertamenti sui campioni di prodotto effettuati con il difrattometro a raggi X, strumentazione tecnica in dotazione all’Agenzia, è emerso che alcune merci, nella loro composizione basica delle materie prime contenevano elevatissime quantità di cromo esavalente (fissante per i colori molto cancerogeno), altamente nocive per la salute pubblica.

Si è provveduto, pertanto, al sequestro di quasi 1.200 prodotti.

Denunciati i proprietari di etnia cinese.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top