Abruzzo

Immigrati, è qui la regione “amica”

L’immigrazione in Abruzzo? Ormai si è consolidata nei piccoli Comuni, oltre che nei centri maggiormente urbanizzati. È il fenomeno che balza maggiormente in evidenza – oltre a quello che ha stabilito che l’Abruzzo è nella “top five” delle regioni con il più alto indice di integrazione straniera – dal rapporto Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali), relativo al dossier statistico sull’immigrazione (realizzato su dati Istat). Lo studio è stato presentato fra gli altri, dal responsabile regionale dell‘Unar e professore associato di Geografia umana all’università dell’Aquila, Luigi Gaffuri, e dal presidente della Cna Abruzzo, Italo Lupo. Un Abruzzo, dunque, poco «meridionale», e molto «settentrionale», dietro solo a Piemonte, Emilia Romagna, Liguria e Friuli Venezia Giulia, con un tasso di integrazione sociale e lavorativa, il quale misura il grado di accesso alla casa, ai servizi e al lavoro, che si colloca, su una scala da 1 a 100, su 60,2. Insomma, l’Abruzzo, con la sua popolazione straniera che incide col 6,3% sul totale dei residenti (84.285 su 1.333.939), regione “amica” degli stranieri, con la provincia di Teramo più “amica” delle altre tre, e addirittura settima in Italia con un indice pari a 64,3. «Un piccolo Veneto», come lo definisce Gaffuri, «poiché di quella regione ha lo stesso background di occupazione industriale, tanti piccoli distretti e piccole imprese», con un tessuto imprenditoriale rivolto prevalentemente alla lavorazione del cuoio, alle calzature e ai trasporti. E “amici” degli stranieri si stanno rivelando anche i piccoli Comuni della regione. Come quelli della provincia aquilana, che vedono centri come Pizzoli, che ha una popolazione straniera del 18% (quasi tre volte di più della media regionale e più del doppio di quella nazionale, che arriva all’8,5%), oppure Fossa, con il suo 15,8, e San Pio delle Camere che arriva al 32,2% (un residente su tre, nel paese natio dell’ex presidente del Senato, Franco Marini, è straniero). E poi ancora Anversa (18,2), Poggio Picenze (18,1) e Canzano (17,9).

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top