Connect with us

Sport

Ilario Lepre, l’eroe con gli scarpini che ha vinto la malattia

Pubblicato

on

Spesso i supereroi si nascondono dietro il sorriso di persone apparentemente normali. Nessuna strana tuta aderente, né maschere. Potrebbe addirittura succedere di intravederli sul campo di calcio. Ilario Lepre ha cominciato a far magie col pallone tra i piedi. E’ uscito di casa appena dodicenne, allievo giovanissimo di Maurizio Sarri prima, ai tempi della San Giovannese, e di Antonio Conte poi, nell’Arezzo. La lunga trafila nelle tante piazze italiane, poi l’arrivo a Capistrello, dove l’ormai cresciuto scugnizzo tatuato ha trovato una squadra di calcio e una famiglia. Fede calcistica napoletana (neanche a dirlo), anche se da piccolo tifava Milan. Sua mamma ce l’ha messa tutta per farlo convertire, e pare ci sia riuscita prendendolo per la gola. Pizza e risotto alla pescatora, e il nostro caro supereroe si è visto costretto a soccombere. Con la scoperta della malattia la sua vita è cambiata, e lui con lei. Ricorda ogni momento, ogni faccia della paura. Per qualche tempo ha creduto che il mostro cattivo potesse avere la meglio.

“E’ stato come un fulmine a ciel sereno. Ero un ragazzo tranquillo, preoccupato solo per come sarebbe andata la prossima partita. Una mattina di gennaio mi svegliai con un dolore. Non appena arrivato al campo ne parlai col fisioterapista. Mi consigliò di fare una visita perché quel sintomo poteva significare tutto e niente,  e lui stesso si espose fissandomi un appuntamento in ospedale l’indomani. Il mattino seguente il dolore era sparito, ma decisi di andare dal medico per non fare brutta figura con lui. Beh, non smetterò mai di ringraziarlo. Immediatamente il dottore mi disse che si trattava di un tumore. Credo abbia continuato a parlare, io però, dopo quella parola, non ho capito più niente. Mi è crollato il mondo addosso. Il mio primo pensiero è stato per mio figlio. Ho cominciato a immaginare la sua vita, lui che cresceva senza di me. Non potevo accettarlo. Tornai al campo e parlai col presidente. In un attimo riuscì a mettermi in contatto con un oncologo bravissimo. Andai a Roma, e lì mi dissero che si trattava di un tumore maligno. Realizzai che potevo non esserci più da un momento all’altro e persi le parole”.

Quello che è accaduto dopo è l’esempio di come le persone a volte possano ridarti la vita. Una vera e propria staffetta di solidarietà, dai campi e dagli spalti di mezza Italia, angoli di mondo in cui Ilario ha lasciato un pezzetto di cuore. La notizia di quel ragazzo vittima di un brutto male non poteva lasciare indifferenti, troppo ingiusta, scorretta. Il calvario è durato cinque mesi, un tempo indefinito trascorso a fortificare una corazza che i ragazzi spesso,  goliardicamente, ostentano.  “Mi sono chiuso nell’intimità della mia famiglia. La mia fine non poteva essere quella. Dopo un primo periodo passato a tentare di capirci qualcosa ho cominciato a lottare. Ce l’ho messa davvero tutta. Ad ogni terapia, giorno dopo giorno, mi rendevo conto di quanto fosse importante tornare a sorridere. La mia luce in fondo al tunnel era mio figlio, e grazie a lui alla fine ho vinto”.

Parlarne non è e non potrà mai essere un tabù. E’ il senso delle storie a lieto fine, esistono per essere tramandate nel tempo. “Non ho problemi a raccontare ciò che mi è accaduto. Al contrario, spero di essere d’aiuto a chi sta attraversando un momento difficile. Spesso una parola di conforto  può valere tanto. Io adesso sto bene e penso che tutto questo sia accaduto per mettermi alla prova. Mi sento una persona diversa, riesco ad apprezzare anche un semplice gesto, mentre prima ero una persona più menefreghista e meno credente”.

Ilario ha ritrovato la fede, ma ci confessa di non aver perso la vena scaramantica in occasione di ogni partita. Esiste un rituale da ripetere rigorosamente il giorno prima della gara e appena prima di scendere in campo, ma a quanto pare non è dato sapere di cosa si tratta. Riusciamo, però, a strappargli una promessa: “Se il Capistrello dovesse approdare ai play off svelerò questo mio grande segreto!”.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio

L’Angizia Luco vince sul Tornimparte e vola al secondo posto, avvio da sogno per l’era Favoriti

Pubblicato

on

Luco dei Marsi – Un avvio di stagione così, a Luco dei Marsi, non si vedeva da tempo. L’Angizia Luco, del nuovo e giovane presidente Omar Favoriti, si sta confermando di giornata in giornata come una delle più forti e spettacolari del Girone A di Promozione. Ieri il club luchese si è imposto per 5-1 sul Tornimparte portandosi al secondo posto solitario del raggruppamento, a due sole settimane dallo scontro diretto con il Castelnuovo capolista.
Sulle ali di un tridente da favola, composto da Margagliotti, giocatore di altra categoria, oltre che dagli eccellenti Briciu e Di Girolamo, la squadra di mister Giordani sembra rappresentare il migliore attacco del girone grazie alle sedici reti messe a segno in sette giornate. Numeri da capogiro che fanno ancora più impressione se si considera che la squadra è stata costruita dal giovane Favoriti e dal suo staff in appena venti giorni: rapidità di esecuzione e competenza, dunque, che hanno instradato uno dei progetti calcistici più interessanti dell’intera Regione sul percorso migliore.
Così, mentre l’Angizia ed il suo pubblico continuano a cementarsi ed a stupire di domenica in domenica, crescono le prospettive intorno al fenomeno sportivo locale: tra un occhio di riguardo ai più giovani ed una progettualità che sembra non porsi limiti, non resta che accomodarsi ed attendere i prossimi sviluppi di una stagione bella ed emozionante… come soltanto le cose inattese sanno essere davvero.
Il Tabellino
Angizia Luco – Tornimparte 5-1 (3’ p.t. autogol, 4’ s.t. Di Girolamo, 7’ s.t. Zangari, 40’ s.t. Briciu, 45’ +1’ s.t. Margagliotti (A) – 31’ p.t. Miocchi M. (T))
Angizia Luco: D’Innocenzo, Ciocci, Ranieri (41’ s.t. Farouk), Cinquegrana (43’ s.t. Di Battista), Paris, Ciaprini, Briciu, Zangari, Di Girolamo (43’ s.t. Angelucci), Margagliotti, D’Aurelio (24’ s.t. Shero). A disposizione: Biancone, Di Giamberardino, Venditti R., Micocci, Giommo. Allenatore: sig.Gianluca Giordani.
ASD Tornimparte 2002: Venditti D., Pesce, Renzetti, Miochi M., Mattei, Padovani, Veliju, Cicchetti, Ciuffetelli (26’ s.t. Miocchi A.), Rocci (26’ s.t. Cremonte), D’Agostino. A disposizione: Bafile Mar., Trawally, Nuvolone, Bafile Mat., Viscolo, Ceselli, Di Battista. Allenatore: sig. Giampaolo Ciccozzi.
Arbitro: sig. Mauro Iannella di L’Aquila
Assistenti: sig.ri  Morelli e Giammarino di Pescara
Ammoniti: Cinquegrana e Briciu (A) – Miocchi M. (T)
Recupero: 1’ p.t. – 3’ s.t.
Continua a leggere

Calcio

L‘Angizia Luco si prepara al match casalingo con il Tornimparte

Pubblicato

on

Luco dei MarsiL‘Angizia Luco si prepara al match casalingo con il Tornimparte, squadra che si è rafforzata nel mercato estivo dopo il salto dalla Prima Categoria alla Promozione ma che attualmente si ritrova all’ultimo posto del Girone A. Mai vittoriosa, fino ad ora, la squadra di mister Ciccozzi promette però battaglia per allontanarsi dalla zona-retrocessione e tornare a giocarsi i punti necessari alla salvezza.

L’Angizia si presenta con il dubbio del recupero di capitan Venditti. Il club del giovane presidente Favoriti, infatti, è attualmente terzo nel raggruppamento: davanti ci sono soltanto il Castelnuovo Vomano  a punteggio pieno e la Nuova Santegidiese, seconda, staccata dai luchesi di appena due lunghezze.

Continua a leggere

Rugby

Avezzano rugby, domani al via il campionato nazionale di serie B

Pubblicato

on

Avezzano – “Dopo oltre due mesi di allenamenti finalmente prende il via questa nuova stagione sportiva”. Lo ha dichiarato il presidente dell’Avezzano rugby, Alessandro Seritti, alla vigilia della prima partita di campionato che vedrà i giallo neri sfidare fuori casa i romani del villa Pamphili. “ Sicuramente alcuni meccanismi sono ancora da rodare – ha specificato il presidente – ma sono certo che i ragazzi si batteranno con orgoglio e cuore per ben figurare in questo match d’esordio”. I gialloneri per migliorare il risultato della scorsa stagione si sono rinforzati e oltre all’arrivo del nuovo allenatore Pierpaolo Rotilio in collaborazione con il consulente esterno, Vincenzo Troiani, hanno ingaggiato anche l’esperta terza linea aquilana Carlo Cerasoli, la seconda linea Andrea Angelone e l’utility back Nicoló Speranza. “ Auguro a  tutti i giocatori ed allo staff tecnico – ha concluso il presidente – un grande in bocca al lupo da parte di tutti i soci e di tutti i tifosi dell’Avezzano Rugby”. Lo Staff tecnico a disposizione della società marsicana è composto inoltre da Luca Di Giulio, Alessandro Sorgi, Luca Terrenzio, dai preparatori atletici Carlo De Michelis e Domenico Ciaccia e dai dirigenti Mario Lanciotti, Valentino Pelino, Giovanni Ciccarelli. Domani, inoltre, l’under 18 giallonera alle ore 12 affronterà nell’ambito della seconda di campionato le fiamme oro fuori casa. L’under 14 e l’under 16 affronteranno rispettivamente alle 10 e alle 11, sul campo di via dei gladioli, le relative formazioni della rugby experience.

Continua a leggere

Boxe

I campioni olimpici Clemente Russo e Vincenzo Mangiacapre arrivano a Civitella Roveto

Pubblicato

on

Civitella Roveto – Venerdì 12 ottobre, dalle 15,30, presso la palestra Sauli Boxe di Civitella Roveto, prenderanno parte ad una sessione di allenamento due grandi campioni olimpici del calibro di Clemente Russo e Vincenzo Mangiacapre. Sarà presente agli allenamenti anche la Società del maestro Andrea Gabbanelli con la supervisione del maestro Giuseppe Foglia, tecnico delle Fiamme Azzurre, oltre a tanti talenti della Sauli Boxe con il maestro e vanto nazionale Giuseppe Sauli. Seguirà il saluto dell’Assessore alla Cultura e allo Sport Avv. Pierluigi Oddi per il benvenuto a due grandi campioni.

Continua a leggere

Sport

Avezzano Calcio, tecnico e rosa sotto i riflettori per gli “esami di riparazione”

Pubblicato

on

Avezzano – Avezzano Calcio, tecnico e rosa in zona Cesarini per poter continuare l’avventura in casa bianco-verde. Per loro “gli esami di riparazione” si terranno da qui a fine novembre, quando, qualora il vento non fosse cambiato per la squadra, che finora non ha certo brillato, la Società potrebbe assumere decisioni drastiche.

La notizia la dà l’Avezzano Calcio tramite la propria pagina ufficiale su facebook: “Summit ieri tra presidente, giocatori e mister. La società ha deciso di mantenere in blocco tutti”, si legge, “Convinta della bontà del progetto e della qualità dei singoli e di un Giampaolo che ha dimostrato saggezza ed equilibrio. Le decisioni, qualora dovessero arrivare, verranno prese da fine novembre. Adesso la parola torna al campo. A cominciare dalla trasferta di Agnone di domenica prossima, primo scontro salvezza di questa stagione”.

Continua a leggere

Sport

L’Angizia Luco batte il Borgo Santa Maria e consolida il terzo posto

Pubblicato

on

Luco dei Marsi – L’Angizia Luco batte i padroni di casa del Borgo Santa Maria per due reti a zero e consolida il terzo posto del Girone A di Promozione. Forte di una solidità difensiva ritrovata negli ultimi match, nonostante l’assenza a dir poco decisiva di un leader come capitan Venditti, la squadra di mister Giordani si impone grazie ai gol di Briciu e di Cinquegrana. La partita si segnala per dei toni agonistici decisamente alti: espulsi, infatti, sia Osvaldo Morelli tra le fila dei luchesi che Giorgio Assogna nei padroni di casa. Con questa vittoria, il club del presidente Favoriti si porta a tredici punti: soltanto la grandissima corsa a punteggio pieno del Castelnuovo, per il momento, impedisce sogni più importanti dei playoff per i luchesi. Il Borgo Santa Maria, invece, sprofonda in zona playout dopo la sconfitta odierna: soltanto quattro, infatti, i punti raccolti fino ad ora dal gruppo di mister Lalloni.

Continua a leggere

Sport

L’atleta avezzanese Sofia Santucci domina il Trofeo Internazionale Grande Guerra nella sciabola

Pubblicato

on

Avezzano – Ancora un successo per Sofia Santucci del Circolo della Scherma “I Marsi”. A Padova l’atleta avezzanese ha dominato il Trofeo Internazionale Grande Guerra nella categoria allieve, specialità sciabola, vincendo tutti gli assalti. Il successo segue la medaglia d’oro che la Santucci si è aggiudicata al Trofeo Coni di Rimini classificandosi prima nella specialità sciabola. Grazie all’atleta avezzanese l’Abruzzo ha ottenuto la sua prima medaglia d’oro nella scherma in una competizione prestigiosa come il Trofeo Coni. [Leggi qui]

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com