Politica

Il sindaco di Canistro Di Paolo: “La Regione intervenga sulle centrali a Canistro!”

Il primo cittadino di Canistro, Antonio Di Paolo, ieri ha partecipato alla protesta dei lavoratori Burgo, che hanno occupato per una mezz’ora, l’entrata del casello autostradale della A25.

“In attesa dell’incontro al Ministero dello Sviluppo economico di domani” commenta Di Paolo, “esprimo solidarietà a tutti i lavoratori Burgo e in particolare ai miei concittadini, operai della Cartiera da una vita. Torno a ribadire quanto espresso in precedenza ai vertici regionali, ossia che nella vertenza venga coinvolto anche il Comune di Canistro”.
“La cartiera Burgo, ad oggi, continua a sfruttare le acque del fiume Liri, nel nostro territorio, pagando dei canoni irrisori al Comune. La concessione per l’attingimento è in scadenza prossima” continua il sindaco, “lo scorso quattro ottobre inoltre è scaduta la concessione della Santa Croce. Si dovrebbe procedere per entrambi i casi a un bando di gara europeo, ma in assenza dei decreti attuativi della Regione, ci ritroviamo di nuovo di fronte a una proroga, l’ennesima, che non cambia la situazione in essere. Auspico che il nuovo esecutivo regionale provveda entro breve tempo a risolvere questa situazione, come promesso dal vice presidente della Regione, Giovanni Lolli”
Il primo cittadino conclude: “Ringrazio i lavoratori Burgo che hanno anche affisso ai cancelli uno striscione con la scritta ‘Canistro è nostra’ richiamando l’attenzione anche sulla problematica della centrale Pratofranco che utilizza le nostre risorse naturali”.
Di Paolo, già nei giorni scorsi, insieme al vicesindaco Paolo Di Pietro, aveva raggiunto il presidio dei lavoratori davanti ai cancelli della fabbrica, per un incontro con i sindacati.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top