Politica

Il professor Di Pangrazio rientra come dirigente in Provincia:”Non lascio la politica”

L’Aquila – Giovanni Di Pangrazio entra al fianco del neo Presidente Provinciale Angelo Caruso, insediatosi a palazzo qualche giorno fa. Il manager marsicano, dopo aver lasciato il suo posto di lavoro il primo gennaio 2016 per dedicarsi a tempo pieno alla gestione della sua città, rientra in Provincia riprendendo il suo lavoro come dirigente capo. Il suo compito sarà quello di affiancare il presidente nella scelta burocratica e gestionale.

“Ringrazio ufficialmente il presidente – dichiara Di Pangrazio – ma rinuncio al ruolo di portavoce. Il mio unico scopo è quello di far bene il mio lavoro, cercando di portare avanti i valori deontologici con la massima serietà. Tra gli obiettivi della Provincia ci sarà quello di dare alla città capoluogo delle strutture scolastiche a regola d’arte, prendendo come esempio la città di Avezzano.

Riprendo il mio posto di lavoro, ma non lascio l’attività politica: il mio gruppo è coeso e compatto, rimaniamo fiduciosi nella magistratura attendendo la sentenza del Tar”.

Gli incarichi sono i seguenti:

1)Responsabile dell’ufficio di diretta collaborazione del Presidente per l’espletamento delle seguenti funzioni:

a -Collaborazione nelle funzioni di indirizzo e controllo attribuite dalla legge agli organi di governo dell’Ente;

b-Pubbliche relazioni, rappresentanza e portavoce del Presidente.

2) Cura dei rapporti con la Regione Abruzzo al fine di definire la riassegnazione alla Provincia della titolarità della materia Energia e di Controllo sugli impianti termici e redazione di una proposta di gestione del servizio adeguata al contesto e connotata ai canoni di efficienza e di convenienza economica, nonché cura dei rapporti con la Regione Abruzzo al fine della riassegnazione di eventuali altre funzioni alla Provincia.

3) Cura dei rapporti con le istituzioni nazionali, regionali e locali e con le Università ed enti formativi.

4) Consulenza ed assistenza agli enti locali della Provincia.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top