Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Italia

Il Papa: “Non si può deridere la fede altrui”


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

«Non si offende la religione degli altri», parola di Francesco. Il Papa si esprime nel giorno in cui il fronte unico «Je suis Charlie» mostra le prime crepe, e lo fa senza mezzi termini: sì alla libertà d’espressione ma senza «provocare, insultare, ridicolizzare la fede degli altri». Diametralmente opposta a Papa Francesco, la Francia si inorgoglisce per essere il Paese «di Voltaire e dell’irriverenza», come rivendica il ministro della Giustizia, Christiane Taubira. Per Papa Bergoglio, «la libertà di religione e la libertà di espressione sono tutti e due diritti umani fondamentali». Durante il viaggio verso Manila, il pontefice ha risposto alle domande dei giornalisti, e con un inviato francese si è lungamente soffermato sui dolorosi fatti di questi giorni, sempre premettendo che «non si uccide in nome di Dio» e che «i kamikaze danno la propria vita ma non la danno bene». «Ognuno – ha detto – ha il diritto di praticare la propria religione, senza offendere, liberamente». «Non si può offendere o fare la guerra – ha proseguito – uccidere in nome della religione, cioè in nome di Dio». E qui il mea culpa, il ricordo «della nostra storia», delle «grandi guerre di religione» fino alla «notte di San Bartolomeo».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top