Altri articoli

Il Musicologo di fama internazionale Luca Bragalini ad Avezzano per JAZZ CARTOON

Dopo il grande successo per la presentazione del suo ultimo libro “Storie poco standard – Le avventure di 12 grandi canzoni tra Broadway e jazz – EDT” avvenuta a gennaio torna ad Avezzano

mercoledi 26 novembre alle ore 19:00 presso l’APC Auditorium per la Promozione Culturale

il Musicologo di fama internazionale Luca Bragalini per un conferenza dal titolo JAZZ CARTOON – o dei Principi e dei Ranocchi.

Filmati, ascolti e parole per scoprire come il jazz ed il cinema di animazione sono andati a braccetto sin dagli albori di entrambe le espressioni artistiche.
Il jazz è spesso stato la colonna sonora dei cartoon.
Non a caso molti standard di jazz sono canzoni che provengono dal cinema di animazione, perlopiù dalle produzioni Disney (Some Day My Prince Will Come da Biancaneve o When You Wish Upon a Star da Pinocchio non sono che due esempi).
Eppure la liaison jazz e cartoon non è sempre stata armoniosa. In molti cortometraggi d’animazione il musicista di jazz (se afroamericano) è ritratto secondo stereotipi razzisti…
37 frammenti video, immagini, parole quale tappe di un viaggio affascinante condotto dal musicologo Luca Bragalini*.

A seguire presso la Libreria MrBook si terrà un concerto-aperitivo: improvvisazioni jazz, jam session, libri e buon vino.

in collaborazione con:
Associazione Culturale JazzOn
Regione Abruzzo – Agenzia per la Promozione Culturale

*Luca Bragalini è Docente ordinario di Storia e Analisi del Jazz presso il Conservatorio di L’Aquila e collabora con i conservatori di Brescia, La Spezia e Trento. Nella sua carriera ha insegnato in dodici conservatori e tenuto masterclass in nove. Ha prestato 25 docenze in otto diversi workshop di cui tre da Direttore Didattico. Come saggista ha pubblicato monografie su Miles Davis, Louis Armstrong ed ha collaborato al volume “Il Sax”, oltre a numerosi saggi per le più prestigiose riviste specializzate. In via di pubblicazione “Dalla Scala ad Harlem. I sogni sinfonici di Duke Ellington”. Come conferenziere ha rappresentato l’Italia in convegni internazionali di musicologia (tra cui Chicago 2006 e Londra 2012).Ha scoperto opere inedite di Duke Ellington, Chet Baker e Luciano Chailly, alcune delle quali per suo interessamento sono state eseguite e registrate in prima mondiale. E’ uno dei più attivi ed apprezzati divulgatori della tradizione musicale afroamericana.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top