Altri articoli

Il Movimento 5 Stelle chiede aiuto alla Marsica per dire Stop alle discariche abusive!

Ieri mattina alle ore 9:30, presso la sala conferenze dell’Hotel Dei Marsi di Avezzano, il Movimento 5 Stelle ha tenuto un convegno-dibattito sul progetto operativo per la lotta alle discariche abusive, presenti in Abruzzo e nella Marsica, da proporre a tutte le associazioni, i Comuni e i cittadini. Massimo De Maio del gruppo “ambiente e risorse” del M5S, ha dato il via alla prima sessione della conferenza illustrando ai numerosi presenti in sala la grave situazione di inquinamento del nostro territorio e le linee programmatiche del piano anti-discariche.

La Marsica è piena di zone in cui vengono abbandonati sistematicamente ed illegalmente rifiuti di varia natura: eternit, vernici, apparecchi elettrici, ingombranti, guarnizioni di gomma, teli agricoli, rifiuti urbani indifferenziati, inerti da demolizione, ecc., e le recenti notizie su ipotetici sversamenti di rifiuti da parte della criminalità organizzata rendono il quadro, se possibile, ancor più allarmante.

Il danno, oltre ad essere ambientale per via delle ovvie conseguenze di rischio per il patrimonio naturalistico, per l’agricoltura, per il turismo e per la salute dei cittadini, è anche economico, perché il costo di centinaia di migliaia di euro necessari per bonificare le discariche abusive viene scaricato sulle Amministrazioni, e quindi, sulle tasche di tutti i contribuenti.

Entrando nello specifico, ecco i punti essenziali del piano operativo proposto dal M5S: Istituire un corpo di Guardie Ecologiche Volontarie per permettere alle Associazioni di integrare le risorse dei Comuni e di concorrere, unendo le forze, alla difesa e tutela del patrimonio ambientale; Eseguire le bonifiche per liberare la Marsica dai rifiuti; Monitorare il territorio per individuare le discariche “croniche” sulle quali concentrare risorse ed azioni per individuare i responsabili; Informare e sensibilizzare i cittadini per educarli a prevenire comportamenti illeciti; Organizzare azioni per l’individuazione dei responsabili degli sversamenti abusivi con l’utilizzo di strumenti tecnologici (fototrappole, videosorveglianza) e appostamenti sulle discariche; Realizzare un tavolo di coordinamento tra Associazioni e Comuni per condividere esperienze e soluzioni, razionalizzando in tal modo i costi per il monitoraggio del territorio e per una valida campagna di sensibilizzazione.

Vilma Moronese, Senatrice del M5S (componente della X Commissione Ambiente del Senato) e Enza Blundo,  Senatrice aquilana del M5S (componente della VIII Commissione Lavori Pubblici del Senato), sono intervenute raccontando all’uditorio il loro impegno nella lotta agli sversamenti illegali nella “Terra dei fuochi”, l’area tra le province di Caserta e Napoli, dove l’inquinamento, i roghi dei rifiuti e le morti collegate hanno dato vita ad uno sfacelo di proporzioni drammatiche. È fondamentale, a tal proposito, collaborare con le istituzioni e valorizzare la bellezza della nostra terra e il rispetto per la natura, unica via per garantire un futuro ai nostri figli.

Nella seconda sessione del convegno sono intervenuti i rappresentanti delle Associazioni (ambientaliste, escursionistiche, di Protezione Civile) e i  diversi amministratori comunali, esponendo difficoltà, esperienze ed operato in merito alla tutela ambientale. A dare il via al dibattito è stato l’Assessore all’ambiente di Avezzano Roberto Verdecchia, seguito dall’Assessore all’ambiente di Capistrello Arnaldo Mariani, dall’Assessore alla cultura di Tagliacozzo Gabriele Venturini, dal Direttore provinciale della Confagricoltura Stefano Fabrizi, dal Presidente del Wwf Marsica Angelo Viscogliosi e dalla Responsabile del Wwf Marsica Sefora Inzaghi. Molto significativo l’intervento della Inzaghi sulla necessità di una legislatura che fornisca gli strumenti per una valida industria del riciclo che permetta di ridurre i rifiuti e gli sprechi, prevenendo così il problema dell’inquinamento e delle discariche abusive.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top