Cultura

Il leggendario Vladimir Ashkenazy chiude la Stagione Musicale al Teatro dei Marsi

Nella sala consiliare del Comune di Avezzano si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di un importante evento che il prossimo 21 aprile, alle ore 21:00, chiuderà la Stagione Musicale del Teatro dei Marsi. Sarà infatti il leggendario musicista Vladimir Ashkenazy, nato in Russia nel 1937, poi cittadino islandese e svizzero, tra i più grandi pianisti viventi, la cui fama mondiale dura da oltre 60 anni, a tenere un concerto per due pianoforti insieme al figlio Vovka Ashkenazy, musicista altrettanto affermato a livello internazionale, con musiche di Glinka Ravel, Smetana, Rachmaninoff. Una iniziativa dell’associazione Harmonia Novissima, organizzatrice della stagione musicale, di concerto stavolta con la sezione locale della Croce Rossa Italiana; difatti l’incasso dei biglietti sarà devoluto al Centro antiviolenza istituito di recente dalla Croce Rossa, per volontà di Harmonia Novissima e della Dott.ssa Maria Teresa Letta, presidente regionale della CRI.

Il direttore artistico di Harmonia Novissima Massimo Coccia, ha ringraziato in primis per la disponibilità il maestro Ashkenazy, non nuovo in ambito di iniziative a scopi benefici, ha poi ricordato le tappe fondamentali di una carriera davvero leggendaria: dagli studi al Conservatorio di Mosca, dove Ashkenazy bambino già impressionò per il precoce talento, al 2° premio nel ’55 al Concorso Chopin di Varsavia, nella cui commissione era presente Arturo Benedetti Michelangeli che abbandonò polemicamente i lavori del concorso per la mancata attribuzione del 1° premio assoluto ad Ashkenazy, fino al 1° premio al Concorso Cajkovskji di Mosca nel ’62 che gli aprì definitivamente la serie di incredibili successi concertistici e discografici in tutto il mondo.

Interprete tra i più grandi delle musiche di Chopin, Beethoven e Mozart ed impareggiabile esecutore del repertorio russo di Cajkovskji, Rachmaninoff, Mussorgsky, Scriabin, Profofiev, Strawinsky, da diversi anni Ashkenazy è anche direttore d’orchestra, spesso dal pianoforte, con le formazioni sinfoniche più prestigiose del pianeta, fino alla carica di direttore stabile dell’Orchestra Giovanile dell’Unione Europea che Ashkenazy ricopre da 20 anni. Per molta parte della critica musicale internazionale Ashkenazy rientra nella Top Ten dei più grandi pianisti della seconda metà del Novecento, accanto ai mitici Rubinstein, Horowitz, Gilels, Richter, Gould, Brendel, Gieseking, Benedetti Michelangeli.

Maria Teresa Letta, vicepresidente nazionale della CRI, accompagnata da rappresentanti della Croce Rossa locale, ha invece illustrato le iniziative ed i prossimi progetti del Centro antiviolenza, ricordando come “il lavoro finora portato avanti abbia raggiunto risultati importanti anche nella prevenzione della violenza che si manifesta sotto diverse ed insidiose forme contro donne, anziani e bambini, spesso in ambito domestico”. La prevendita dei biglietti si terrà da questa settimana al Punto Informativo di C.so della Libertà, nei giorni lunedì-mercoledì-venerdì dalle ore 18:00 alle ore 19:30.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top