Cronaca e Giudiziaria

Il Giudice di Pace Agostino Colucci saluta con una lettera aperta tutta la Valle Roveto

Il Giudice di Pace di Civitella Roveto, Agostino Colucci saluta, con una lettera aperta al sindaco di Civitella Roveto, tutti i sindaci e l’intera cittadinanza con cui ha collaborato in questi anni, trascorsi nella Valle Roveto.

«Dal 29 aprile 2014, non sono più il Giudice di Pace di Civitella Roveto. Una decisione che è frutto non della mia volontà, né di un mio improvviso desiderio di trasferirm. E’ uno dei risultati della cosiddetta “spending review”, con la quale il Governo sta attuando misure e provvedimenti finalizzati a ridurre la spesa pubblica.
I “tagli” hanno riguardato anche l’attuale articolazione territoriale degli uffici dei Giudici di Pace: come saprete, l’ufficio di Civitella Roveto è stato chiuso definitivamente in data 29 aprile 2014 e tutta l’utenza della Valle Roveto dovrà riferirsi all’ufficio circondariale della vicina Avezzano (Aq).
Obbedendo al nostro comune “dovere”, in primo luogo di cittadini, siamo pronti ad adeguarci a rispettare la nuova disposizione senza accennare ad alcuna minima forma di protesta.
Ma c’è un altro dovere che sento forte oggi, prima di congedarmi: quello di formularvi il mio più vivo e sincero ringraziamento per aver contribuito a rendere questa mia esperienza di Giudice nella vostra comunità così bella e indimenticabile.
Sin dai primi anni – era l’aprile del 2003 il mese in cui mi insediavo – ho instaurato un rapporto bellissimo, improntato alla massima collaborazione e al rispetto reciproco, con tutte le autorità locali. E bello e sincero, a tratti anche “confidenziale”, è stato il mio rapporto con gli abitanti della comunità, persone semplici e autentiche, nomi e volti che ora porto nella memoria. Di molti di loro ho conosciuto storie di vita, sempre così disponibili a raccontarmi i loro problemi, ma anche pezzi di esperienza vissuta.
Con questa mia lettera, indirizzata a lei in qualità di Primo Cittadino, io intendo oggi ringraziare tutti i cittadini di Civitella Roveto, nessuno escluso, per la stima che sempre mi hanno dimostrato. Devo a loro, a quel loro rispetto misto a cordialità e simpatia, che ho potuto trascorrere 11 anni intensi nella vostra comunità in qualità di Giudice di Pace, un’esperienza che mi ha arricchito sul lato umano e professionale.
Un caloroso e sincero ringraziamento a Lei, Sindaco, per la stima che mi ha sempre dimostrato. Sperando di avere ancora occasione di rivederla, la saluto cordialmente».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top