Altri articoli

“Il Giardino Che Vorrei” al Bellisario

Il Liceo Artistico “V. Bellisario”, nel quadro dell’attività di orientamento e di promozione dell’offerta formativa sul territorio, ha ideato il progetto “Il giardino che vorrei” per gli allievi delle scuole medie di 1° grado di Avezzano e del circondario.

Le iscrizioni al concorso scadranno il 7 dicembre 2013. Gli elaborati dovranno pervenire  entro il 18.01.2014 presso il Liceo artistico di Avezzano. Gli elaborati potranno essere realizzati attraverso canali sia tecnologici che artistici con ampia libertà di tecnica, stile e tipologia rispondenti al tema.

Sono previsti premi in denaro.

Il bando è stato inviato ai Dirigenti Scolastici delle scuole del territorio.

Per ulteriori informazioni consultare il sito (www.torloniabellisario.it) oppure telefonare al 0863/599333 (Prof.sse Rubini/ Urbani/ Palozzo). La fruizione del verde urbano, soprattutto del giardino scolastico, è in genere piuttosto passiva perché non sempre, insegnanti e studenti, vengono coinvolti nella sua gestione né nell’immaginare destinazioni e variazioni possibili per uno spazio che li riguarda da vicino e potrebbe vederli protagonisti di indagini, ricerche  e progettazioni partecipate. L’area verde o il giardino diventa la metafora di ogni struttura pubblica del quale siamo custodi e gestori, non padroni: chi è venuto prima di noi che giardino ha lasciato? Come vogliamo lasciarlo agli altri? Chi decide e come? Il concorso potrebbe essere l’occasione per sviluppare un percorso didattico interdisciplinare suddiviso in varie fasi come ad esempio:

• Analisi delle funzioni proprie di un’area verde inserita in una scuola o in una zona limitrofa: ricreativa, sociale, naturalistica, ecc.

• Analisi degli spazi, delle piante e delle caratteristiche naturalistiche di pregio esistenti nel giardino o nell’area verde, con utilizzo della planimetria dell’edificio e dell’area esterna, rilievi e misurazioni con tecniche varie.

• Ricerca sugli alberi, piante da frutto o da fiore “dimenticate” per salvaguardare le essenze caratteristiche del territorio, oppure individuazione di percorsi botanici sistematici, evolutivi, gastronomici…

• Emersione dei desideri degli studenti e progettazione partecipata nella realizzazione degli elaborati.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top