Connect with us

Cronaca e Giudiziaria

Il Gal Gran Sasso Velino partecipa alla fiera di Avezzano con due grandi iniziative

Pubblicato

on

Il Gal Gran Sasso Velino partecipa alla fiera di Avezzano con due grandi iniziative:
• la visita dei cunicoli di Claudio (con bus navetta)
• l’allestimento in fiera di 300 mq con partecipazione di artigiani tradizionali che lavorano dal vivo.

Prima iniziativa: visita ai cunicoli di Claudio
Entra nei cunicoli, volgi lo sguardo al passato e vedrai la marsica, le sue bellezze impareggiabili, i suoi tesori nascosti, i suoi paesaggi mozzafiato, l’artigianato tradizionale, la natura incontaminata, l’enogastronomia tipica .. poi esci piu’ forte per guardare al futuro. progetto di valorizzazione dei cunicoli di claudio oggi straordinaria risorsa per il nostro territorio.
Il GAL Gran Sasso Velino, unitamente al Consorzio di Bonifica della Marsica, con la preziosa collaborazione del professor Ezio Burri, coadiuvato dal Collegio degli Speleologi Abruzzesi, con il coinvolgimento della Sovrintendenza Archeologica e dei Comuni di Avezzano, Luco dei Marsi e Capistrello, intende sviluppare un progetto di valorizzazione e promozione turistico-culturale sui Cunicoli di Claudio e successiva Galleria Torlonia. Il progetto, in fase iniziale, viene realizzato nell’ambito dei finanziamenti del progetto di cooperazione interterritoriale “Abruzzo nel Mondo” (PIC Leader) ed è ovviamente aperto alla collaborazione di altri soggetti: è allo studio un protocollo d’intesa tra gli enti interessati che prevede, tra le altre cose, la sistemazione dei Cunicoli e dell’area antistante, la realizzazione di pacchetti turistici integrati con il territorio, la preparazione di guide turistico-speleologiche, la realizzazione e diffusione di materiale promozionale.
Peraltro valorizzare i Cunicoli non richiederà grandi opere e grandi risorse in quanto essi sono perfettamente conservati: solo la promozione con un’accurata ed importante operazione di marketing potrà promuovere e diffondere il valore e la magia di un sito archeologico e speleologico esclusivo come questo dopo una adeguata sistemazione dell’area circostante.
Il collettore sotterraneo del lago Fucino ha rappresentato la più grande opera idraulica dell’antichità, l’opera romana più maestosa dopo l’Istmo di Corinto, ed è fondamentale ricordare che questa monumentale opera idraulica, sebbene ancora funzionante e visitabile in tutte le sue pertinenze sia arcaiche che moderne, è paradossalmente poco conosciuta nonostante sia stata, nel passato, un vanto dell’ingegneria moderna e della società economica e politica del tempo.
Purtroppo in pochi conoscono questa grande ricchezza per il nostro territorio: sotto il Monte Salviano, infatti, i Romani, 2000 anni fa, scavarono i Cunicoli per creare una Galleria sotterranea che da Borgo Incile arrivava a Capistrello, per convogliare le acque del Fucino nel fiume Liri. I Romani ebbero l’idea grandiosa di regimare il lago Fucino e diversi furono i loro tentativi.
Il Lago Fucino presentava diverse problematiche legate alla difficile gestione della sua portata idrica; esso era alimentato, infatti, da tutte le acque convogliate dai monti circostanti e dal suo unico immissario il fiume Giovenco mentre non aveva un emissario da alimentare e su cui riversare la potenza delle sue acque. La necessità di gestire la piena del lago del Fucino rappresentava per i romani il tentativo di salvaguardare i paesi dalle esondazioni, rendere stabilmente coltivabili le terre emerse e, contestualmente, aumentare la portata del Liri rendendolo più navigabile.
Nel 52 d.C. l’imperatore Claudio portava a termine il suo Emissario che avrebbe regolato gli incostanti livelli lacustri con un limitato prosciugamento del Fucino. I Marsi ne fecero istanza allo stesso Giulio Cesare che però non fece in tempo a completare l’opera; così nel 46 d.c. Claudio riprese il progetto di Cesare e lo realizzò con un finanziamento pubblico affidato ad una importante azienda di Roma. Furono utilizzati 30.000 lavoratori tra schiavi ed operai e la realizzazione dei Cunicoli si protrasse per 11 anni di incessanti lavori, notte e giorno senza sosta, con numerose squadre dislocate nei vari tratti del tragitto. Venivano realizzati cunicoli collaterali preparatori che poi venivano connessi tra loro: il risultato fu un canale di quasi 6 km che attraversava il Monte Salviano da Borgo Incile a Capistrello per drenare il Lago Fucino nel Fiume Liri.

Il GAL GRAN SASSO VELINO si sta concentrando sulla promozione di percorsi turistici rivolti a nicchie specifiche di potenziali fruitori nel settore della speleologia, del trekking, del trekking a cavallo, in modo da intercettare ed attrarre segmenti specifici di turisti con offerte diversificate ricomprendendo ovviamente i numerosi tesori della Marsica ma anche, collateralmente, la valorizzazione della nostra tradizione culinaria e dei nostri prodotti tipici eno-gastronomici e dell’artigianato. I percorsi offerti ai turisti saranno diversificati su più livelli, da quello più semplice e basilare a quello più articolato e complesso dell’attraversamento della Galleria Emissario Torlonia fino a Capistrello, a piedi o in barca. Il GAL GRAN SASSO VELINO è oggi orgoglioso di contribuire in modo concreto alla valorizzazione di questo grande tesoro rappresentato dai Cunicoli, che potrebbe rappresentare una grande volano di sviluppo per tutta l’economia del nostro territorio.
In fiera abbiamo riprodotto simbolicamente nel grande pannello di entrata la facciata del Monte Salviano con i Cunicoli ma abbiamo anche pensato di dare la possibilità, sia pure ad un numero ristretto di cittadini, di poterli visitare direttamente omaggiando questi ultimi di un viaggio indimenticabile ed affascinante.
Abbiamo così allestito una organizzazione per consentire la visita come di seguito riportato.
VISITE AI CUNICOLI DI CLAUDIO
INFORMAZIONI E MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
Nell’ambito della Fiera di Avezzano in corso di svolgimento, il Gal Gran Sasso Velino, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica Ovest, organizza gratuitamente per il giorno 4 maggio 2014 visite guidate ai CUNICOLI DI CLAUDIO per l’intera giornata, dalle ore 10 alle ore 20, anche in caso di pioggia. I visitatori, a gruppi di 10 saranno accompagnati da esperte guide speleologiche. La durata dell’escursione è di circa un’ora. Possono partecipare anche bambini purchè accompagnati da adulti. Il percorso è di media difficoltà. Ogni visitatore dovrà firmare una liberatoria che sollevi l’organizzazione da responsabilità.
Per l’escursione è assolutamente necessario munirsi di scarponi e indossare indumenti pesanti (es. giacca a vento, la temperatura nel cunicolo è costante ed è di circa 18 °C). I visitatori saranno muniti, grazie all’organizzazione, di casco con torcia elettrica.
Per poter partecipare è sufficiente recarsi per l’iscrizione nello stand del GAL Gran Sasso velino preferibilmente tra Venerdì e Sabato o anche direttamente Domenica; presso lo stand si potrà anche avere ogni altra informazione.
La partenza avverrà dal piazzale della Fiera Campionaria di Avezzano, presso il nucleo industriale (di fianco al Multisala ASTRA e all’Hotel dei Marsi).
Si consiglia di prenotarsi con anticipo per non rischiare di non avere posto.
Basta compilare questo coupon e timbrarlo allo stand.

SECONDA INIZIATIVA: ESPOSIZIONE IN FIERA CON ESIBIZIONE DI ANTICHI MESTIERANTI

Con una scenografico ingresso al maxi stand di 300 mq, rappresentante proprio il versante di Monte Salviano con i cunicoli di Claudio, il visitatore entrerà proprio nel Cunicolo per immettersi in un tunnel di oltre 120 metri interrotto, a mò di labirinto, con varie isole. Nelle pareti del tunnel sono esposti oggetti, arredi, ed attrezzature della nostra più genuina ed antica tradizione rurale oltre a grandi immagini fotografiche rappresentanti bellezze artistiche, architettoniche, archeologiche, religiose, ambientali dei vari angoli del nostro territorio con ragazze in costume abruzzese che consegnano materiali vari e danno informazioni, mentre nelle isole predisposte, e finemente arredate, si esibiscono dal vivo 10 artigiani rappresentanti antichi mestieri (lavorazione di ferro, legno, pietra, tombolo, ceramica, strumenti musicali, ecc…) come nella migliore tradizione rurale abruzzese.
Un appuntamento da non perdere che fa perdere il visitatore tra vecchi sapori dei prodotti tipici e antichi mestieri.
Nella giornata di oggi:
• Dino Marchegiani, artigiano della ceramica da 4 generazioni, lavora la terracotta e la ceramica con un antico tornio;
• Luca Luciani, giovane e promettente artista fabbro, forgia con tecniche tradizionali direttamente in fiera i suoi pezzi oltre ad esporli;
• Francesco Sabatini, tra i pochi in Italia, costruisce a Luco dei Marsi, le sue zampogne di grande pregio e livello apprezzate in tutto il mondo;
• Pierino Cipollone lavora fin da piccolo il legno d’ulivo, come sta facendo in fiera, realizzando veri e propri capolavori;
• Sciullo Angelina, dulcis in fondo, 81 anni compiuti, artista del tombolo che lavora da oltre 70 anni, come faceva sua madre e come oggi fa sua figlia e sua nipote.

Domani e dopodomani questi artigiani si esibiranno ancora e saranno accompagnati anche da altri artisti del legno, della pietra ecc.. come Massimo Donsante che realizzerà un bassorilievo del Guerriero di Capestrano direttamente in Fiera
“Il GAL GRAN SASSO VELINO – ha dichiarato il Presidente Petrei, presente alla giornata inaugurale – è seriamente e concretamente impegnato nel tentativo di dare un contributo vero allo sviluppo ed al rilancio del nostro territorio rurale e della sua economia; a questa iniziativa ne seguiranno altre tutte nella direzione dello sviluppo territoriale”.
“Il progetto di valorizzazione dei Cunicoli di Claudio e della promozione del nostro artigianato tipico – ha concluso Petrei – sono solo due tra le importanti azioni portate avanti, azioni che si integrano tra loro nel entativo di dare una offerta turistica integrata anche, ad esempio con l’eno-gastronomia.”.
In Fiera si potranno avere tutte le informazioni delle iniziative programmate con i vari progetti in corso con la presenza per tre giorni di tutta la struttura del GAL stesso.

Cronaca e Giudiziaria

Fuoco acceso in pieno centro storico, il sindaco di Sante Marie: non ci sono parole per commentare

Pubblicato

on

Sante Marie – Un fuoco è stato acceso da ignoti in una piazzetta nel centro storico di Sante Marie. La foto denuncia arriva proprio da primo cittadino, Lorenzo Berardinetti, che esprime tutta la propria indignazione per l’accaduto affermando: “Vi sembra normale accendere un fuoco in una piazzetta nel centro storico di Sante Marie ? Non ci sono parole per commentare”. Il fuoco, probabilmente acceso nella notte, ha lasciato una macchia evidente sia sul pavimento in pietra, che caratterizza il centro storico del piccolo comune marsicano, sia sulla pietra di un muretto. Sul posto sono stati lasciati anche pietre e tizzoni.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Mercato: qualche banco a nord, in centro monta la protesta. Cronaca di un sabato avezzanese [VIDEO e FOTO]

Pubblicato

on

Avezzano – Qualche banco che apre a nord, mentre in centro monta la protesta. E’ la cronaca di un sabato avezzanese di fine ottobre. La città è ancora alle prese, per il quarto sabato consecutivo, con la protesta legata allo spostamento a nord del tradizionale mercato del sabato di piazza Torlonia voluto dall’amministrazione De Angelis.

A nord la sperimentazione
Qualche ambulante, si parla al massimo di una decina di banchi, hanno provato la sperimentazione a nord nella zona della campana della pace, a grande richiesta del sindaco, del vicesindaco e degli assessori Casciere e Silvagni. Malcontento tra i pochi che questa mattina hanno tentato di aprire nella nuova zona che parlano di sperimentazione fallita.

In centro monta la protesta
Ma mentre a nord c’è un mercato spettrale, in centro continua la mobilitazione, la protesta e lo sciopero della maggior parte degli ambulanti che, armati di megafoni e slogan, stanno attraversando le vie del centro, compresa la centralissima via Corradini, per rivendicare la posizione centrale del mercato nella zona di piazza Torlonia al grido “lavoro… lavoro”. Il testa al corteo un camion tappezzato di slogan con al seguito i manifestanti che imbracciano bandiere.

La proposta degli ambulanti al sindaco
Intanto lunedì mattina verrà ufficialmente presentata al comune di Avezzano la proposta redatta dagli ambulanti con l’ausilio di alcuni esperti. Il mercato che gli ambulanti proporranno al sindaco De Angelis e alla sua amministrazione si svolgerà in via Mazzini e via AnnaMaria Torlonia nell’osservanza delle misure di sicurezza: i banchi saranno disposti su unico lato delle strade con le traverse che le intersecano lasciate libere per il transito di eventuali mezzi di soccorso. fdm

 

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Impiegata comunale denunciata, Cotturone: avrebbe cancellato file durante il blitz

Pubblicato

on

Celano – “Siamo sbalorditi! Ogni giorno una sorpresa diversa senza sapere cosa ci riserva il domani e cosa sta accadendo in queste ore. Per quale motivo manomettere dei documenti addirittura in presenza dei Carabinieri? – E’ il segretario cittadino del Pd Calvino Cotturone ad intervenire su quanto accaduto nel corso dell’ennesimo blitz dei carabinieri nel municipio di Celano – E’ assurdo che nessun consigliere di maggioranza ci chiarisca cosa sta accadendo. Nessun parla. Se è vero quanto avvenuto in presenza del nucleo investigativo, cosa succede in loro assenza? Come si può garantire la trasparenza degli atti alla luce di così tante indagini in corso? Durante l’ennesimo blitz dell’Arma dei Carabinieri dell’Aquila – continua Cotturone – un’impiegata dell’ufficio ricostruzione e riqualificazione viene accusata di aver tentato di modificare e cancellare file dal proprio pc riguardanti il progetto della scuola media Tommaso da Celano, in particolar modo documenti riguardanti gli infissi e le specifiche dell’opera. Di cosa si tratta? Celano ha il diritto di sapere! I carabinieri che sono tornati nel comune di Celano erano convinti finalmente di poter trovare anche la documentazione fiscale relativa ai contributi elargiti ad un periodico locale, richiesta dalla Procura e mai fornita. Infine la nuova acquisizione di fatturazioni e documenti relativi all’attività della cooperativa “Il risveglio”, ed alla riqualificazione urbana di alcuni quartieri. C’è qualche amministratore in grado di dirci chi sono i dipendenti che operano per questa cooperativa e di cosa si occupano? Credo che non vi sia nulla di peggio del mistificare la realtà, con l’aggravante che quando si sa di mentire deformando le informazioni si commette qualcosa di più grave. Un’altra pagina buia è stata scritta da questa amministrazione. Avvisi di garanzia, denunce per favoreggiamento, turbativa d’asta, cosa altro dobbiamo aspettarci? Celano non merita tutto questo. Celano non può essere governata nei fine settimana così come da anni avviene; non può essere amministrata da post scritti sui social. Chiediamo per il bene di Celano di collaborare con la Procura e le immediate dimissioni degli amministratori che non si rivedono in questo modus operandi” conclude il segretario del Pd.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Morte Cesidio Innocenzi: Dna incompleto, il proprietario del bovino potrebbe restare impunito

Pubblicato

on

Castellafiume – Potrebbe restare impunito il proprietario del bovino responsabile della morte di Cesidio Innocenzi, il 54enne che lo scorso 25 maggio impattò contro un bovino mentre percorreva in bici la Provinciale 23 dell’Alto Liri tra Castellafiume e Capistrello. L’uomo morì il 30 maggio a causa delle gravi ferite riportate.

Un indagato per omicidio colposo
Sulla morte dell’idraulico, con la passione per il ciclismo, è stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo dalla Procura della Repubblica di Avezzano. Nel registro degli indagati, a seguito delle indagini scientifiche e sui reperti raccolti dai carabinieri, era finita un’imprenditrice 54enne di Castellafiume, difesa dagli avvocati Luca e Pasquale Motta.

Le indagini
Sulla bicicletta della vittima il Ris di Roma aveva isolato una traccia di Dna bovino. Successivamente si era proceduto al prelievo di Dna negli allevamenti bovini della zona nei comuni di Capistrello, Castellafiume e Cappadocia, accertamento che aveva coinvolto almeno trenta esemplari. Il reperti scientifici (dna bovino e reperto trovato sulla bicicletta) sono stati inviati all’Istituto zooprofilattico di Perugia per la comparazione finale. Qui gli esperti hanno potuto riscontrare che le tracce isolate dai Ris sulla bicicletta non hanno reso un Dna “completo” pertanto la comparazione con i bovini oggetto d’indagine non è stata possibile. Senza una prova scientifica schiacciante l’indagine rischia di essere archiviata. fdm

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Pugile avezzanese arrestato a Roma per il tentato omicidio di un uomo in una paninoteca

Pubblicato

on

Avezzano –  Un pugile avezzanese è stato accusato del tentato omicidio di un 42enne romano. Maurizio De Simone, 34 anni di Avezzano ma residente a Roma, ha accoltellato un uomo all’interno di una paninoteca per futili motivi. L’aggressione si è consumata nella notte tra lunedì e martedì scorsi nel quartiere San Lorenzo. Il 34enne, pregiudicato e specializzato nella boxe, ha sferrato una coltellata che è arrivata dritta al cuore del 42enne ora ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Umberto I.

All’arrivo degli agenti del commissariato Porta Pia il ferito era riverso a terra con il sangue gli usciva dalla bocca, mentre l’aggressore tentava di allontanarsi perdendo sangue da una mano e con in tasca il coltello usato per l’aggressione ancora sporco di sangue. Il pugile è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Le immagini della telecamera interna alla paninoteca hanno confermato la responsabilità del pugile che ha picchiato anche un altro cliente.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Pino pericolante nel giardino della scuola materna di Massa D’Albe, intervengono i vigili del fuoco

Pubblicato

on

Massa D’Albe – I vigili del fuoco di Avezzano sono intervenuti presso la scuola materna di Massa D’Albe per la rimozione di un pino pericolante all’interno del giardino scolastico. L’albero era pericolante e dunque potenzialmente a rischio caduta per l’incolumità dei piccoli scolari e dei passanti. L’Amministrazione comunale di Massa D’Albe, guidata da Nazzareno Lucci, “ha rivolto un sentito ringraziamento a tutta la squadra dei vigili del fuoco di Avezzano per l’interessamento e il tempestivo intervento di rimozione”.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Ancora rifiuti di Roma capitale ad Aielli, 39mila tonnellate fino al 31 dicembre

Pubblicato

on

Aielli“La Giunta regionale ha approvato questa mattina la delibera con cui viene prorogata fino al 31 dicembre la possibilità di conferire i rifiuti prodotti da Roma Capitale nell’impianto Aciam spa di Aielli in provincia dell’Aquila. La proroga rientra nell’Accordo di Programma sottoscritto da Regione Lazio e Regione Abruzzo per la gestione di 39 mila tonnellate di rifiuti ‘talquale’ raccolte da Ama spa”. Lo ha reso noto ieri la Regione Abruzzo. “L’Amministrazione regionale – prosegue la nota – garantisce una fattiva collaborazione al Comune di Roma per affrontare le criticità della gestione del sistema dei rifiuti urbani, ma ora serve l’impegno di tutte le istituzioni, come evidenziato anche dal Ministero dell’Ambiente, per completare in tempi brevi l’aggiornamento del Piano Regionale dei Rifiuti”. 

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com