Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Altri articoli

Il Comune non supporta e gli studenti pagano, la protesta dello Scientifico


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Protestano gli studenti dello Scientifico con il fervore tipico dei giovani che vogliono far valere i propri diritti, ci contattano consapevoli, preparati e  regolamenti  alla mano. Coinvolte in questa vicenda sono tre classi quarte del Liceo Scientifico Vitruvio Pollione di Avezzano (4°A, 4°G e 4°H) partecipanti come molte altre classi quarte di istituti superiori abruzzesi al concorso “You&Me4Eu (Young and Media for Europe)” un gioco televisivo di abilità su Rete 8, organizzato dalle province di Chieti, Pescara, dai comuni di Roseto degli Abruzzi, Avezzano e dalla cooperativa sociale “Lo Spazio delle Idee” di Roseto in collaborazione con la Presidenza del Consiglio della Regione Abruzzo, nel quale le squadre-classi, concorrono attraverso risposte a domande inerenti il processo di integrazione europea, premio un viaggio settembrino a Bruxelles di 4 giorni per una visita alle sedi delle istituzioni europee.

A contestare l’amministrazione comunale di Avezzano è la 4°A, prima classe in ordine temporale, a partecipare alle puntate, che avrebbe assistito ad un altalenante atteggiamento del Comune nella promessa di finanziare le trasferte a Chieti, negli studi dove vengono registrate le puntate. Considerato che lo scorso anno, una quarta dello Scientifico partecipante alla precedente edizione del concorso e risultata vincitrice, dunque destinataria del premio, si è vista pagate tutte le spese per le trasferte chietine previste, anche quest’anno i ragazzi aderenti allo stesso progetto vorrebbero godere del vantaggio.

Da regolamento infatti, tra le condizioni base per la partecipazione, è chiaramente riportato che gli istituti devono garantire i trasferimenti ed è anche in virtù di ciò che le classi avrebbero confermato la loro partecipazione, in alternativa la spesa calcolata sarebbe di 20 Euro a studente per ciascun viaggio. Poco prima della partecipazione il Comune avrebbe dunque ritirato la sua disponibilità per “mancanza di voci finanziare”, così si legge in una lettera di risposta alla preside ed i ragazzi avrebbero tirato fuori dalle proprie tasche i soldi per il primo viaggio con trasporto pubblico. L’organizzazione del progetto, presa coscienza della situazione, avrebbe deciso di sostenere i giovani rimborsando in seguito parte delle spese ma ciò risolverebbe la questione solo in parte considerato che il concorso dovrebbe essere completamente gratuito, in vista di un premio per merito.

La dirigente del Liceo, Marina Novelli, ha mostrato grande apprezzamento per l’impegno mostrato dagli studenti che danno spesso prestigio all’istituto in diversi contesti concorsuali ed in manifestazioni culturali, risultando vincenti e capaci ma al contempo è cosciente di come in questa circostanza non vi siano le risorse necessarie ad affrontare una simile spesa, in un momento in cui in cui c’è bisogno di dirottare i fondi verso obiettivi di primaria necessità per un buon svolgimento delle attività scolastiche.

A seguito di ciò, la Novelli ha espresso disappunto di fronte all’atteggiamento di pretesa in cui talvolta sfociano i ragazzi ed invita a riflettere piuttosto su che senso abbia proporre progetti ambiziosi anche sul piano finanziario senza fornire il supporto economico necessario alle amministrazioni locali. La Preside ha concluso che se i ragazzi vorranno proprio partecipare dovranno fare tutti un piccolo sforzo, a suo avviso ingente solo nel momento in cui si dovesse giungere in finale, dopo otto puntate e a quel punto a ripagare vi sarebbero il viaggio, la parte rimborsata dagli organizzatori … E la soddisfazione? Staremo a vedere.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top