Italia

Il caso Cofferati peserà sul Quirinale

L’addio di Sergio Cofferati al Pd unito al caso del decreto fiscale «certamente non aiutano a costruire un clima positivo» per il voto sul successore di Giorgio Napolitano. Lo ha detto Stefano Fassina della minoranza democratica aggiungendo che «il modo sbrigativo, offensivo per la dignità di Cofferati, con cui la sua scelta è stata trattata, pesa notevolmente sul Quirinale». La conseguenza non è la scissione ma i voti che si lasciano per strada». Il ciclone Liguria con l’abbandono del Pd da parte di Sergio Cofferati, diventa un caso nazionale e gli esponenti della minoranza chiedono ancora una volta a Renzi di non reagire con un’alzata di spalle. Lo scontro, nato con la contestazione delle primarie per il candidato alla Regione, va oltre i presunti brogli o voti comprati, ma riguarda la linea, lo spostamento a destra, la natura stessa di un partito che per la sinistra Dem sta cambiando pelle. La scissione evocata a ogni strappo da quando Renzi è segretario riapre il capitolo, alimentato dal dissidente Civati per il quale la Liguria può fare da apripista a «sviluppi nazionali».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top