Altri articoli

I nostri ragguardevoli sabato pomeriggio: Incontro sui tumori alla Pinguino

Di partecipare a convegni e dibattiti capita di questi tempi sempre più spesso, vuoi perché i cittadini si sono fatti più attenti a ciò che accade nei palazzi del potere o nel loro territorio, vuoi perché la tornata elettorale è vicina, fatto sta che ci ritroviamo sempre più spesso a far da spettatori: a volte va bene e a volte va male… Questa volta è andata male.

“I tumori nella Marsica” è stato, o meglio, avrebbe dovuto essere il tema dell’incontro presso l’Associazione Sportiva Pinguino Nuoto, ma la maggior parte del tempo che i relatori avevano a disposizione è stato utilizzato dai politici accorsi che si sono abbandonati a veri e propri monologhi da campagna elettorale “dimenticandosi” nella maniera più assoluta di spendere qualche significativa parola sul tema del giorno. Più volte è stato citato il lavoro del Dott. Lamberto Manzoli, “Analisi della prevalenza dei tumori nei comuni della Regione Abruzzo – Anni 2006-2011”, senza mai sottolineare come, l’impiego delle schede di dimissione ospedaliera, unica fonte di dati utilizzata nel succitato studio, è stata una “condizione forzata” poiché in Abruzzo non esiste un Registro Tumori (RT).

Abbiamo assistito con profondo sconcerto alle dichiarazioni bipartisan sia dei politici della maggioranza che dell’opposizione in consiglio regionale che, a tempo scaduto (ricordiamo per chi non se ne fosse accorto che l’Abruzzo è da dicembre in amministrazione straordinaria e in tali condizioni non si può pensare né di legiferare né tantomeno di prendere impegni) dichiaravano il loro impegno per la costituzione di un RT: solo ora! Solo dopo che il succitato lavoro è stato reso noto a tutta la popolazione abruzzese e mai, negli anni precedenti, hanno pensato di attivarsi per questa fondamentale istituzione che manca solo in cinque regioni italiane tra cui naturalmente l’Abruzzo.

Nel complesso, anche se vogliamo credere che l’incontro fosse stato pensato con nobili scopi, si è trasformato nel giro di un ora, in una vera e proprio passerella politica dove a turno i vari politicanti si sono alternati parlando di tutto tranne che del tema del giorno; Ci si è profusi in tanti bei discorsi sull’importanza della prevenzione, della qualità della vita e della salvaguardia dell’ambiente, dimentichi (si fa per dire… e per non infierire) che il baratro in cui la sanità abruzzese si trova è stato generato da quegli stessi partiti a cui appartengono coloro che per l’ennesima volta si sono riempiti la bocca di promesse e belle parole, gli stessi, incapaci di provvedere alla salute dei cittadini se non quando si avvicini una tornata elettorale o, in ogni caso, quando è necessario proteggere le amate poltrone.

Gruppo Movimento 5 Stelle Avezzano

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top